Rimini: inaugurato il Ttg, il futuro del turismo passa da qui

Rimini: inaugurato il Ttg, il futuro del turismo passa da qui

Rimini: inaugurato il Ttg, il futuro del turismo passa da qui

RIMINI - Inaugurata venerdì mattina a Rimini Fiera la 46^ edizione di TTG Incontri, la principale fiera business to business del settore turistico, e la 9° edizione di TTI, il più importante workshop per la commercializzazione del prodotto Italia nel mondo. Le due manifestazioni sono organizzate da TTG Italia, società del Gruppo Rimini Fiera. A tagliare il nastro Eugenio Magnani, neo coordinatore della Struttura di Missione per il rilancio dell'immagine dell'Italia.

 

Assieme a lui il Presidente di Rimini Fiera, Lorenzo Cagnoni, e i vertici di TTG Italia e delle principali associazioni di categoria del turismo. A Rimini Fiera, fino a domenica, si getteranno le basi della stagione turistica 2009-2010, sia per quanto riguarda il movimento degli italiani all'estero, che per quanto riguarda il movimento degli stranieri in Italia. Permettendo ai professionisti del comparto di conoscere in anteprima le novità internazionali e le tendenze dei prossimi anni: scenari e soluzioni per lasciarsi la crisi alle spalle. Presenti in fiera2400 imprese da tutto il mondo con importanti riconferme e new entry a livello internazionale come Abu DhabiFinlandiaSerbia e Uzbekistan. Diciotto le regioni italiane presenti al TTI piazza di contrattazione tra domanda e offerta turistica più importante d'Italia, che quest'anno ospiterà oltre 600 buyers internazionali provenienti da 59 paesi diversi. 

 

Subito al centro dell'attenzione il rafforzamento del prodotto Italia e della sua immagine nel mondo con la presenza di Eugenio Magnani della Struttura di Missione per il rilancio dell'immagine dell'Italia. "Siamo appena partiti ma l'obiettivo è molto chiaro: fare in modo che l'immagine dell'Italia sia rappresentativa di tutte le sue differenti e molteplici anime e faccia in modo che ognuno ci si senta rappresentato - ha dichiarato il rappresentante del Governo - Stiamo inaugurando un percorso che coinvolgerà tutti gli attori del settore con numerose occasioni di progetti che vedranno al centro il viaggio e l'accoglienza in casa nostra. Prima di tutto il monitoraggio continuo delle criticità per evitare che singole situazioni negative possano influenzare la percezione globale dall'esterno. Monitoraggio, informazione e valorizzazione. La nostra accoglienza dovrà recuperare il sorriso che da sempre ci contraddistingue nel Mondo. Ci saranno campagne di comunicazione nazionali ed internazionali mirate soprattutto sui mercati che ancora oggi presentano margini di sviluppo importanti.  A breve ci saranno dichiarazioni rilevanti anche riguardo al congressuale. Non di meno verrà incentivata la collaborazione con le Regioni che presentano numerose realtà avvincenti e avvolgenti.  C'è determinazione, grinta, passione e grande sensibilità nell'ascoltare ognuno. Chiederemo una forte collaborazione agli operatori del comparto turistico".

 

Per il vice presidente di Confturismo Giuseppe Cassarà "il momento è topico per il settore. Veniamo da una primavera difficile e da un'estate preoccupante ed ora la crisi sta vivendo un picco che sembra purtroppo stabile. Dall'inizio dell'anno il turismo organizzato ha subito una flessione tra il 7e il 10% e il sistema ricettivo è sotto del 4%. Il sistema sta soffrendo e le insolvenze stanno trascinando anche le aziende sane. Sembra che le nostre sollecitazioni stiano iniziando ad interessare il Governo, per esempio per quanto riguarda l'Iva e la pubblicità, e attendiamo i dettagli delle proposte ministeriali trapelate in questi giorni. La fiscalità e l'accesso al credito sono aspetti importanti per superare la crisi. Privato e pubblico stanno lavorando su binari paralleli che è obbligatorio far incontrare perché solo una concertazione permanente può avere ricadute sostanziali su questo settore".

 

Andrea Giannetti, consigliere di Presidenza di Federturismo Confindustria: "La situazione di compressione e di marginalità che le agenzie di viaggi stanno vivendo da molto tempo rende difficile alle aziende investire per tornare sul mercato. Rimarranno tagliate fuori dai nuovi modelli di business? Eventi con il taglio di TTG Incontri e di TTI sono fondamentali per la categoria perché l'incontro e lo scambio di idee, il confronto e il supporto alla riflessione che la manifestazione è in grado di dare alle aziende gli strumenti per tentare nuove strade".

 

Il presidente di Rimini Fiera, Lorenzo Cagnoni ha espresso "l'orgoglio di una manifestazione fiore all'occhiello del territorio e del panorama internazionale. E non può essere altrimenti per una realtà fieristica come la nostra, che ha debuttato, nell'immediato secondo dopoguerra, con un evento espressamente rivolta al mondo dell'accoglienza e del turismo".

 

"TTG Incontri e TTI sono leader nel settore B2B in Italia e ai primi posti a livello europeo - ha confermato Paolo Audino, amministratore delegato di TTG Italia - Una leadership che è per noi motivo di orgoglio e al tempo stesso richiamo per gli operatori e i visitatori internazionali che le riconoscono come punto di riferimento privilegiato del business. Il turismo è uno dei settori più sensibili alla congiuntura economica che stiamo vivendo, la strada per le imprese non è più solo quella del mercato ma anche della ristrutturazione e della ricerca di nuovi modelli di business. Per noi questo significa investire sempre di più su contenuti innovativi che ci stanno regalando grandi soddisfazioni, come testimoniano gli oltre 1000 iscritti ai TTG Lab. E sono lieto di annunciare che per domenica è previsto in fiera un meeting degli agenti di viaggio, che ad oggi conta quasi 400 iscritti, che si sono dati appuntamento a Rimini attraverso Facebook".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -