Rimini, indennità. Il sindaco chiarisce: ''Cerchiamo via meno dolorosa''

Rimini, indennità. Il sindaco chiarisce: ''Cerchiamo via meno dolorosa''

Rimini, indennità. Il sindaco chiarisce: ''Cerchiamo via meno dolorosa''

RIMINI - Sul caso dei dipendenti comunali che dovranno restituire complessivamente circa 2,5 milioni di euro di indennità relative al periodo 2000-2005, il sindaco di Rimini Alberto Ravaioli ha assicurato che il Comune cercherà la soluzione "meno dolorosa". Per obbligo di necessaria tutela, il Comune ha dovuto far recapitare agli interessati atto di costituzione in mora per il recupero di quanto corrisposto", ha spiegato in una nota il primo cittadino.

 

La risposta del ministero del Tesoro, ha continuato il sindaco, è "pervenuta dopo piu' di tre anni dalle controdeduzioni del Comune". Il Comune, ha chiarito il sindaco, sta valutando "sul piano operativo e legale, modalita' e criteri per adeguarsi alla prescrizione pervenutagli e ha concordato con le organizzazioni sindacali di aprire un tavolo tecnico di confronto".

 

Dove, ha promesso Ravaioli, "fermi restando i diversi ruoli delle parti, individuare congiuntamente le azioni piu' idonee e meno 'dolorose' per dare seguito all'obbligo di recupero". Un primo incontro e' gia' stato fissato per il prossimo 3 novembre.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -