Rimini, indennità. Il sindaco Ravaioli scrive a Chiamparino: ''Problema può deflagrare''

Rimini, indennità. Il sindaco Ravaioli scrive a Chiamparino: ''Problema può deflagrare''

Rimini, indennità. Il sindaco Ravaioli scrive a Chiamparino: ''Problema può deflagrare''

RIMINI - Dopo la bufera sulle indennita' di disagio che il Governo impone al Comune di Rimini di restituire (2,6 milioni di euro in tutto, di cui 1,8 milioni riguardano la Polizia municipale), il sindaco Alberto Ravaioli prende carta e penna e scrive al presidente di Anci Sergio Chiamparino parlando di questione potenzialmente "deflagrante" pronta ad andare oltre Rimini.

 

"A seguito di un'ispezione effettuata dal ministero del Tesoro presso il Comune di Rimini nella primavera del 2006 relativamente agli anni 2000-2005- ricorda il sindaco nella missiva- la risposta ministeriale, pervenuta dopo piu' di tre anni dalle controdeduzioni del Comune di Rimini, ha imposto di procedere al recupero delle somme corrisposte al personale della Polizia municipale, ritenendo tale indennita' non cumulabile con altri trattamenti economici".

 

Su questo in citta' si sta consumando una battaglia a suon di minacce legali tra Vigili e sindacati da una parte e Comune dall'altra. "L'amministrazione comunale ritiene che la questione sollevata a carico del Comune di Rimini riguardi un problema nazionale- prosegue Ravaioli sulla scia di quanto sottolineato giovedì sera in Consiglio- che interessa moltissime altre amministrazioni comunali che hanno dato applicazione contrattuale analoga a quella messa in discussione nel nostro Comune, volta a riconoscere il nuovo ruolo e le accresciute e piu' complesse funzioni degli addetti del corpo di Polizia municipale".

 

Considerato che questa vicenda "puo' avere riflessi sull'intera gestione dei rapporti contrattuali riguardanti il corpo di Polizia municipale nel nostro Paese- evidenzia il sindaco riminese- si ritiene necessario interessare l'Anci della questione, affinche' vengano individuate e messe in campo tutte le iniziative piu' idonee, anche legislative, per dare soluzione a questo problema". Problema "ora riguardante il Comune di Rimini, ma potenzialmente deflagrante per l'efficace gestione delle fondamentali funzioni di tutela della sicurezza pubblica delle citta' italiane", conclude Ravaioli. (Dire)

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -