Rimini, indennità. Lombardi (Pdl): ''Il Comune ha sbagliato due volte''

Rimini, indennità. Lombardi (Pdl): ''Il Comune ha sbagliato due volte''

Rimini, indennità. Lombardi (Pdl): ''Il Comune ha sbagliato due volte''

RIMINI - "Sulla vicenda dei Vigili urbani la Giunta comunale di Rimini ha sbagliato due volte: nella scelta degli strumenti contrattuali e giuridici e nella scelta di allearsi con Rifondazione Comunista". Il Pdl a Rimini infierisce sul caso delle indennita' di disagio milionarie che i dipendenti comunali devono restituire all'amministrazione a seguito dell'ispezione ministeriale di alcuni anni fa.

 

Marco Lombardi, coordinatore provinciale berlusconiano, parla in una nota di "incidente di percorso" e scandisce: "Il primo errore e' costituito dagli strumenti giuridici e contrattuali scelti, tanto e' vero che ora si sta pensando ad un rimedio legato a criteri diversi di assegnazione di queste somme che, tengo a sottolineare, dal mio punto di vista sono assolutamente meritate".

 

Altre amministrazioni, pur riconoscendo indennita' simili ai propri agenti, secondo Lombardi "non sono incorse nei medesimi rilievi ministeriali in quanto hanno usato strumenti piu' in linea con le vigenti normative".  l secondo errore rilevato dal consigliere regionale e' tutto politico ed e' "emerso solo incidentalmente con questa vicenda".

 

La Giunta del sindaco Alberto Ravaioli "lo ha commesso alleandosi con Rifondazione Comunista, perche' non e' la prima volta che da quella parte politica si manifestano posizioni inconciliabili con una visione realistica della societa'", sferza il berlusconiano.

 

"Io spero che la situazione dei Vigili urbani si risolva nel migliore dei modi- assicura Lombardi- ma resta il dramma politico di un centrosinistra che pur in presenza di posizioni cosi estremistiche e ad anacronistiche, ipotizza anche per il futuro una alleanza con Rifondazione Comunista". Come? "Usando la foglia di fico del programma", nota il coordinatore pidiellino.

 

Il quale sottolinea che "e' facile condividere programmi generici e fatti apposta per imbarcare chiunque". Piu' difficile, conclude il leader del Pdl riminese, "e' governare la citta' tenendo conto dei problemi reali e delle soluzioni possibili invece che di arroccamenti ideologici buoni- e' l'ultima stoccata- per raccattare qualche voto dei residui comunisti rimasti". (Dire)

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -