RIMINI - Infermiera trovata morta in casa, nessun segno di violenza

RIMINI - Infermiera trovata morta in casa, nessun segno di violenza

RIMINI - E’ avvolta nel mistero la morte di un’infermiera professionale dell’ospedale Infermi di Rimini. Il corpo senza vita di N.L., una cinquantenne di origine ceca ma residente in Italia da almeno una ventina d’anni, è stato trovato giovedì pomeriggio dalle colleghe di lavoro. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Squadra Mobile di Rimini. Al momento non sono stati trovati segni di violenza. Si attende, quindi, l’esito dell’autopsia per la risoluzione del giallo.

Secondo le prime informazioni la donna era convalescente da un intervento di angioplastica che non era riuscito a risolvere i suoi gravi problemi cardiaci. Da un po’ di tempo l’infermiera era in malattia e di lei non si avevano più notizie. Così alcune colleghe preoccupate hanno deciso di recarsi nel suo appartamento per sincerarsi delle condizioni di salute. Dato che nessuno veniva ad aprire alla porta hanno pensato di rivolgersi all’amministratore del palazzo, perché potesse aprirla.

Qui la triste scoperta. La cinquantenne è stata trovata quasi nuda riversa su un letto pieghevole, incastrata tra le doghe. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Squadra Mobile, della Scientifica e il sostituto procuratore Paola Bonetti. Il medico legale, che ha effettuato un esame superficiale del corpo, non ha trovato alcun segno di violenza. Al momento l’ipotesi più probabile è che ad uccidere la donna sia stato un malore. L’autopsia aiuterà a trovare delle risposte.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -