Rimini, influenza A: un incontro per parlarne con gli esperti

Rimini, influenza A: un incontro per parlarne con gli esperti

RIMINI - Influenza A H1N1: tante le perplessità e le preoccupazioni sul virus influenzale che ha contagiato e sta contagiando diverse persone in tutto il mondo. Dal 25 maggio 2009 - primo caso accertato -  al 27 settembre 2009, sono 445 i casi confermati in Emilia-Romagna con esami di laboratorio. I casi confermati in Italia al 27 settembre sono 2.557 e quelli totali 10.018, con tre decessi. La malattia ha interessato soprattutto le classi di età più giovani, con il 57% dei casi occorsi in bambini e ragazzi fino 20 anni, e il 98% in persone di età inferiore ai 60 anni. L'influenza A H1N1 è provocata da un nuovo virus, un sotto-tipo del virus normale dell'influenza, ma che contiene un mix di materiale genetico dell'influenza umana, suina e dei volatili. Per questo l'uomo non ha tutte le difese immunitarie adatte a sconfiggerla: dopo mesi di esperimenti, la Commissione Europea ha approvato la distribuzione sul mercato di due vaccini destinati a combattere il virus.  I cittadini europei possono quindi vaccinarsi prima dell'inverno.

 

Restano comunque tanti i dubbi relativi al virus, alla campagna di vaccinazione e soprattutto ai soggetti a rischio e a quelli che devono vaccinarsi. Da qui l'esigenza di parlarne insieme ad esperti del settore durante l'incontro organizzato dal Presidente della Commissione regionale "Politiche per la Salute e Politiche Sociali ", che si terrà giovedì 8 ottobre alle ore 20,45 a Rimini.

Interverranno: Pierluigi Macini, Responsabile Servizio Sanità Pubblica Regione Emilia-Romagna; Paolo Bassi, Direttore Unità Operativa Aziendale Malattie Infettive Ravenna; Francesco Toni, Direttore Dipartimento Sanità Pubblica Azienda USL di Rimini;Roberto Piva, Presidente Commissione "Politiche per la Salute e Politiche Sociali" Regione Emilia-Romagna.

"Poter ascoltare la voce di esperti autorevoli a livello locale e regionale sui tanti aspetti legati al virus dell'influenza A, penso sia un'opportunità irrinunciabile per tutti i cittadini preoccupati o che comunque sentono l'esigenza di un'informazione chiara e approfondita sul tema" - dichiara Roberto Piva.

Per chi non potesse partecipare è possibile seguire l'incontro in diretta sul sito www.robertopiva.it

 

 

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -