Rimini, inquinamento da piombo: sotto sequestro il poligono di tiro

Rimini, inquinamento da piombo: sotto sequestro il poligono di tiro

Rimini, inquinamento da piombo: sotto sequestro il poligono di tiro

RIMINI - La Sezione Aerea del Reparto Operativo Aeronavale della Guardia di Finanza ha posto sotto sequestro il poligono di poligono di tiro a volo di Rimini, considerato uno dei più grandi in Italia e teatro di numerose gare a livello internazionale. L'accusa è di inquinamento ambientale. Gli inquirenti hanno rinvenuto diverse tonnellate di piombo, riversate nel corso del tempo sul terreno adiacente il fiume Marecchia, residuo dei pallini usati nelle esercitazioni.

 

Il presidente dell'associazione che lo gestisce è stato denunciato con le accuse di getto pericoloso di cose e distruzione o deturpamento di bellezze naturali, e deposito incontrollato di rifiuti. L'inchiesta è nata da una ricognizione aerea effettuata dall'equipaggio dell'elicottero Volpe 129 del Reparto di volo della Guardia di Finanza dell'Emilia-Romagna.

 

Nel corso del servizio è emerso come il poligono non possedesse sistemi di contenimento per la raccolta differenziata dei residui. I successivi accertamenti sui pallini sparati nel poligono, effettuati anche con il personale dell'Arpa, hanno permesso di accertare che il piombo da essi rilasciato sul terreno superava di ben 2.240 volte il valore massimo consentito dalla legge.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -