Rimini, integrazione burocratica della val Marecchia più difficile del previsto

Rimini, integrazione burocratica della val Marecchia più difficile del previsto

Rimini, integrazione burocratica della val Marecchia più difficile del previsto

RIMINI - Su una cosa il Pdl e il Pd sono d'accordo, l'aggregazione della Valmarecchia in Emilia-Romagna dal punto di vista burocratico e' "molto piu' complessa del previsto". Lo ha detto l'assessore regionale alla Programmazione e sviluppo territoriale, Gian Carlo Muzzarelli, lo afferma oggi il consigliere regionale e coordinatore riminese del Pdl, Marco Lombardi. Che pero' parla anche di un "richiamo alla Regione Marche e alla Provincia di Pesaro-Urbino".

 

Gliemiliani-romagnoli chiedono "un corretto comportamento di leale collaborazione istituzionale, che tenga cono in primo luogo delle reali necessita' dei cittadini coinvolti". Argomento, questo, che verra' affrontato assieme alle altre problematiche lunedi' prossimo in una udienza in Regione in commissione Bilancio Affari generali e istituzionali con tutti i soggetti coinvolti nel passaggio dei sette Comuni dalle Marche all'Emilia-Romagna.

 

Lombardi ricorda poi che il lavoro da fare in commissione nelle prossime sedute, con il progetto di legge per l'integrazione da esaminare e portare a termine velocemente, da' "attuazione ad una chiara volonta' popolare espressa nelle forme stabilite dalla Costituzione". Nella pratica, "dobbiamo poi tener conto che ci stiamo muovendo in un terreno sconosciuto, e' la prima volta che nel nostro Paese si mette in moto una procedura simile e quindi non si puo' contare su di una prassi consolidata".

 

Il confronto istituzionale sul progetto di legge regionale, quindi resta importante e lunedi' prossimo, come stabilito in commissione, assieme a tutti gli interessati si tornera' a parlarne. "In quella sede- spiega Lombardi- valuteremo assieme la rispondenza del progetto di legge della Giunta Regionale, alle reali esigenze dei protagonisti della vicenda". Con tutte le sue difficolta', il passaggio e' una "sfida affascinate per la politica che in questo modo puo' recuperare un po' di immagine nei confronti dei cittadini".

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di Sam
    Sam

    tre domande sorgono spontanee: 1) era così necessario il passaggio della val marecchia a rimini? 2) chi ci guadagna da questa operazione? i cittadini della val marecchia che benefici avranno? e quelli riminesi? 3) quanto costa questa operazione?

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -