Rimini: intitolare una via a Craxi? Dissensi anche nel fronte del PdL

Rimini: intitolare una via a Craxi? Dissensi anche nel fronte del PdL

Rimini: intitolare una via a Craxi? Dissensi anche nel fronte del PdL

RIMINI - Continua il dibattito sull'ipotesi di dedicare una via a Bettino Craxi. Non mancano i distinguo all'interno del PdL. Nel Pdl di Rimini, in particolare, si fanno sentire i pro e i contro all'intitolazione. Contro si schiera il consigliere regionale e comunale Gioenzo Renzi, che avverte: "Nel caso si dovesse concretizzare una proposta simile nel Consiglio Comunale di Rimini, il mio voto non potra' che essere contrario".

 

Spiega Renzi: "Vorrebbe dire non condannare esplicitamente e senza ambiguita' il modo di far politica irresponsabile e disonesto di quegli anni, di cui si alimentavano i partiti e i leader dell'arco costituzionale, tra cui il Psi di Craxi". Vorrebbe dire, per Renzi, "giustificare la corruzione, l'arroganza e il clientelismo nella politica, giustificare le risorse dilapidate dello Stato e i danni arrecati all'Italia".

 

Nel contempo "significherebbe non rispettare e non dare nessun valore alle sentenze della magistratura inflitte a Craxi sommate in piu' di vent'anni di carcere". Infine, chiude sferzante Renzi, "vorrebbe dire indicare alle nuove generazioni, come esempio, un uomo politico molto discutibile e censurabile dal punto di vista della moralita' pubblica".

 

Pro e' invece Marino Bindi, coordinatore della Giovane Italia provinciale che smentisce il collega Alessandro Pracucci. Per Bindi Craxi non puo' "essere liquidato con un giudizio superficiale sull'ultimo periodo di tangentopoli". Basta, esorta, "con visioni di parte e facili giustizialismi e superiamo insieme una fase politica che dura da troppo tempo".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -