Rimini, inverno freddo. Aumento del 7% sui consumi del gas

Rimini, inverno freddo. Aumento del 7% sui consumi del gas

Rimini, inverno freddo. Aumento del 7% sui consumi del gas

Rimini -  Dal 15 aprile gli impianti di riscaldamento delle abitazioni civili devono essere spenti. La Società Gas Rimini ha indicato i consumi di gas naturale per il riscaldamento registrati nel territorio coperto dal Gruppo, evidenziando che 'inverno appena trascorso (insieme a quello precedente) è da considerarsi leggermente più freddo della media degli ultimi 6 anni. Complessivamente tra ottobre ed aprile sono stati consumati 250 milioni di metri cubi di gas.

 

L'analisi comprende la provincia di Rimini, parte del Montefeltro e della Valle del Savio. La media sui 5 anni precedenti è di circa 230 milioni di metri cubi, registrando quindi un aumento del 7% sui consumi. Rispetto però alle medie climatiche storiche degli ultimi 30 anni, l'inverno trascorso rientra a pieno titolo nelle media. Questo sta a significare che gli ultimi inverni sono stati meno freddi rispetto a quelli passato.

 

Occorre comunque precisare che  per questo  lungo periodo non vi sono dati di consumo di gas metano confrontabile esattamente.  Durante l'inverno 2010 - 2011, gli estremi si sono presentati entrambi nel mese di dicembre, pur non essendo stati questi di particolare eccezionalità, poiché non ci sono stati notevoli eventi di Libeccio (il cosiddetto Garbino) che porta a repentini rialzi di temperatura.  Il giorno in cui si è registrato il minimo dei consumi è stato il 25 dicembre con circa 1.050.000 metri cubi acquistati. Il picco massimo, invece, si è verificato il 16 dicembre con un prelievo di circa 2.250.000 mc, in coincidenza con il giorno centrale dell'intenso episodio di freddo e neve cha ha colpito il territorio riminese.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -