Rimini, invidiosa della sorella si inventa rapimento

Rimini, invidiosa della sorella si inventa rapimento

Rimini, invidiosa della sorella si inventa rapimento

RIMINI - Ha denunciato la scomparsa della sorella maggiore. Ma dopo alcune ore di ricerche, che ha visto impegnate le Volanti della Polizia, è emerso che si trattava di una bufala. Nei guai è finita una ragazzina di 13 anni. La giovane ha dato l'allarme intorno alle 14, dicendo che la sorella era stata rapina nei pressi del parco Cervi da due individui in sella ad una bici. Dopo alcune ore gli agenti hanno trovato la giovane "scomparsa" in compagnia del compagno.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A quel punto è emerso che la 13enne si era inventata tutto, probabilmente perché invidiosa del fatto che la sorella avesse un fidanzatino. Martedì i familiari insieme alle loro figlie si sono recati in Questura per esser ascoltati.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -