Rimini, l'attesa inaugurazione dei 56 nuovi alloggi popolari a Gaiofana

Rimini, l'attesa inaugurazione dei 56 nuovi alloggi popolari a Gaiofana

Rimini, l'attesa inaugurazione dei 56 nuovi alloggi popolari a Gaiofana

RIMINI - Si è svolta la cerimonia di inaugurazione di 56 nuovi alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica in località Gaiofana. Alloggi che rappresentano una nuova, importante risposta all'emergenza abitativa a Rimini. Il complesso residenziale è situato tra via Don Lorenzo Gnocchi 1-3-5 e via Don Carlo Milani 2-4. Subito dopo la cerimonia di inaugurazione, la consegna delle chiavi ai relativi assegnatari, che quindi potranno prendere possesso delle abitazioni.

 

I lavori, per 4.562 metri quadri di superficie utile più 946 di superficie residenziale, sono iniziati nel luglio 2006, per un costo di 5,8 milioni di euro (104.920 di media euro per alloggio), di cui 3.813.740 euro finanziati dal Comune di Rimini, 1.821.403 dalla Regione Emilia Romagna e 240.350 da ACER. Dei 56 appartamenti, 26 hanno dimensioni da 49 a 56 metri quadri, e sono per due persone; 22 vanno da 60 a 64 metri, per tre persone; 5 da 75 a 77 metri, per quattro persone e 3 hanno superficie di circa 88 metri per 5 persone. Ancora: 6 alloggi sono dedicati ad anziani e 6 a persone diversamente abili, secondo le normative del caso.

 

Il comparto sarà collegato al teleriscaldamento (con sottocontatori per ogni unità abitativa), avrà ventilazione meccanica a flusso regolabile, rubinetti a risparmio idrico, cassette per lo scarico a doppio pulsante, infissi in legno di alto livello, ampia area condominiale, impianto satellitare centralizzato, rampa d'accesso ai garage interrati con cancello automatico, impianto fotovoltaico da 12 kw/h, ascensore.

 

Prima del taglio del nastro, e della benedizione impartita dal parroco di Santa Maria in Cerreto don Piermarino Paesani, il sindaco Alberto Ravaioli ha sottolineato come questa inaugurazione, una delle più importanti dopo quella fatta ad Orsoleto, "rappresenta il frutto di un lavoro che viene anche dalla precedente legislatura. E altre inaugurazioni, di qui a breve, ci attendono, ad esempio quelle di Viserba e Torre Pedrera". La continuità del lavoro dalla precedente legislatura è stata sottolineata anche dal Direttore Generale di ACER Franco Carboni, il quale ha aggiunto che "questi alloggi fanno parte di un gruppo di complessivi 313 alloggi a canone calmierato, per il finanziamento dei quali, nel corso della precedente legislatura, abbiamo partecipato ad un bando che ci ha visti primi classificati in regione".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -