Rimini, l'estorsore cade nella trappola della Polizia

Rimini, l'estorsore cade nella trappola della Polizia

Rimini, l'estorsore cade nella trappola della Polizia

RIMINI - Un algerino di 43 anni, residente in Francia, è stato arrestato in flagrante con l'accusa di estorsione dagli agenti delle Volanti della Questura di Rimini. L'extracomunitario aveva contattato telefonicamente il proprietario di un'auto, che ne aveva subito il furto a Marsiglia, spiegando che l'avrebbe riavuta presentandosi ad un appuntamento a Bologna dietro un compenso economico. La vittima, un tunisino residente in Francia, ha denunciato tutto in Questura.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le forze dell'ordine hanno teso così la trappola all'estorsore, consegnando al tunisino delle banconote segnate per pagare il riscatto. Il 43enne tuttavia non si è presentato all'appuntamento, rimandandolo alla stazione di Rimini. Ben nascosti erano pronti ad acciuffarlo gli agenti della Volante. Quando c'è stato il passaggio di mano dei soldi, la Polizia ha bloccato il 43enne con l'accusa di estorsione.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -