Rimini, l'Idv aderisce alla manifestazione del 13 febbraio

Rimini, l'Idv aderisce alla manifestazione del 13 febbraio

RIMINI - L'Italia dei Valori aderisce alla manifestazione che si svolgerà a Rimini, come in tutte le città d'Italia, in difesa della dignità delle donne che rifiutano il "mercimonio del corpo e vogliono esprimere la propria ribellione contro i comportamenti illegali e lo stile di vita indecente e offensivo del presidente del consiglio Silvio Berlusconi".

 

L'Italia dei Valori ricorda che l'Art. 54 della Costituzione recita: «I cittadini cui sono affidate funzioni pubbliche hanno il dovere di adempierle con disciplina ed onore, prestando giuramento nei casi stabiliti dalla legge.»

 

"Concedersi all'uomo di potere non fa parte della conquistata libertà sessuale delle donne, una "libertà" che le donne hanno sempre avuto e che ha sempre rappresentato una scorciatoia per ottenere favori o fare carriera - aggiungono i dipietristi -. La maggioranza delle donne italiane studia, lavora, si sacrifica per affermarsi nella professione, per mantenere vive le proprie relazioni affettive, per sostenere la famiglia e, con il proprio impegno nelle realtà pubbliche e sociali, contribuisce allo sviluppo civile del Paese".

 

"Ad esse si contrappone l'indecorosa rappresentazione delle donne come oggetto sessuale che ne danno i media - aggiunge l'Idv -, un'immagine avvalorata, anzi promossa dal comportamento del presidente del consiglio, che consuma giovani corpi in cambio di denaro, risorse e incarichi pubblici". 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -