Rimini, la Carim stabilizza 60 apprendisti

Rimini, la Carim stabilizza 60 apprendisti

Rimini, la Carim stabilizza 60 apprendisti

RIMINI - Martedì è stato sottoscritto l'accordo relativo al processo di riorganizzazione e dimensionamento degli organici di Banca Carim. Lo comunica la Fiba Cisl di Rimini. "La serrata trattativa con l'azienda ha prodotto un'ipotesi di accordo che è stata portata nelle assemblee dei lavoratori ed approvata dalla quasi totalità dei dipendenti dopo ampio dibattito. Si è raggiunta l'intesa per la fuoriuscita di circa 50 colleghi senza dover ricorrere al Fondo esuberi di settore".

 

"I colleghi interessati sono coloro che avevano già maturato il diritto alla pensione nel 2010 o che lo matureranno nel 2011, è stata inoltre data la possibilità di chiedere il pre-pensionamento, su base volontaria, a coloro che matureranno il diritto entro i prossimi 60 mesi con un incentivo economico. L'aspetto più importante e qualificante dell'accordo - spiegano dal sindacato - è la trasformazione del contratto a tempo indeterminato di circa 60 lavoratori attualmente con contratto di apprendistato".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"L'azienda attiverà inoltre una nuova selezione per l'assunzione di personale qualora le risoluzioni di rapporto di lavoro derivanti dall'esodo superi le 57 unità. Importante riflesso di questo accordo è anche la positiva ricaduta sulle domande di part-time inevase, troveranno infatti un'adeguata collocazione le posizioni ancora in sospeso. Riteniamo che - conclude l'Rsa - nonostante la situazione particolare che vede la nostra Banca tuttora commissariata, sia stato raggiunto un accordo soddisfacente ed equilibrato in quanto se da una parte incentiva l'esodo dei più anziani dando loro una gratifica, dall'altra crea stabilizzazione dell'occupazione e prospettive di lavoro. L'obiettivo finale di questo percorso è il rilancio della Banca Carim, il mantenimento della sua autonomia e la conferma del suo ruolo di traino dell'economia locale".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -