Rimini: la gita in mare si trasforma in tragedia

Rimini: la gita in mare si trasforma in tragedia

RIMINI – Quella che doveva essere una bella gita in mare aperto per una coppia di coniugi ravennati si è trasformata in tragedia. Antonio Del Noce e moglie, entrambi di 66 anni, erano partiti dal porto di Ravenna nel pomeriggio di lunedì con un imbarcazione direzione Sicilia. Nel percorso la barca si è incagliata in un impianto in cavi d'acciaio per molluschi a Miramare. Il 66enne ha cercato di liberare l'imbarcazione, ma è stato trascinato dalla corrente, morendo annegato.


L'allarme alla Capitaneria di Porto di Rimini e Pesaro è giunto attorno alle 21 dopo che la madre ha avvertito telefonicamente la figlia di quanto stava accadendo. Infatti la 66enne non era in grado di utilizzare i dispositivi d'allarme della barca. Una motovedetta della Guardia di Finanza, della Capitaneria ed un velivolo dell'Aeronautica Militare si sono messi subito alla ricerca dell'imbarcazione. La donna è stata tratta in salvo attorno alle 22, mentre il corpo privo di vita di Del Noce è stato trovato nella nottata tra lunedì e martedì attorno all'1.30.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo le prime indiscrezioni l'uomo era reduce da un'operazione all'anca e questo lo ha impossibilitato a risalire in barca. La moglie ha cercato di soccorrerlo lanciandogli un salvagente, ma purtroppo non c'è stato nulla da fare. La corrente infatti ha trascinato via il 66enne il quale non è riuscito a sopravvivere.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -