Rimini, La Lega al PdL: "Il candidato lo scegliamo noi"

Rimini, La Lega al PdL: "Il candidato lo scegliamo noi"

Rimini, La Lega al PdL: "Il candidato lo scegliamo noi"

RIMINI - "Il candidato della coalizione di centrodestra in vista delle comunali 2011 a Rimini lo esprimera' la Lega Nord". Parola di Gianluca Pini, che oggi torna a stuzzicare gli 'alleati' del Pdl in chiave elettorale. Mentre il Pdl del coordinatore berlusconiano Marco Lombardi e' sempre alla ricerca della 'briscola' civico-cattolica (l'avvocato Matteo Guaitoli potrebbe esprimersi a giorni, l'industriale Mario Formica e' gia' nella rosa), il deputato del Carroccio romagnolo procede con l'offensiva.

 

"Non e' detto che si tratti di una persona con la tessera in tasca, piu' probabilmente sara' un 'civico'. Sicuramente qualcuno appartenente al territorio comunale di Rimini. Entro l'Immacolata saremo pronti per esprimere il nome", annuncia il parlamentare forlivese in queste ore. Il profilo corrisponde probabilmente ad una donna, una professionista riminese. Il candidato-medico Marco Casadei infatti, considerato il piu' accreditato finora in quota Lega, non sara' della partita.

 

Dopo le scintille dei mesi scorsi con il Pdl (non con il suo vice coordinatore ex An Gioenzo Renzi, gia' autocandidato da tempo), Pini e' sicuro di poter togliere la coalizione dall'attuale impasse: "Ci confronteremo. Ma il candidato lo indichera' la Lega. Se qualcuno nel Pdl non lo avesse ancora capito, chieda ai propri vertici nazionali". Il segretario leghista riferisce di essere pronto a stilare il quadro delle comunali "per tutta la Romagna con il ministro Roberto Calderoli entro una decina di giorni", con implicazioni territorio per territorio.

 

Agli 'alleati' del Pdl Pini manda l'ennesimo messaggio: "Ho sentito dire si stanno organizzando per il proprio congresso regionale. Consiglio vivamente al Pdl di separare i congressi tra Emilia e Romagna, cosi' come sono strutturati ora fanno poca strada". Da parte sua, anche Casadei oggi ha parlato di amministrative. L'ex Udc non abbandona le speranze: "Ho sentito che si fa il mio nome- ha detto Casadei nel corso della trasmissione 'Tempo Reale'- e qualora fosse veramente cosi' dedicherei tutto me stesso per rilanciare la citta' dove sono nato. I tempi delle decisioni iniziano a stringere: serve pero' che diventi piu' chiaro anche il quadro nazionale, dal quale non si puo'

prescindere".

 

Meglio un Carroccio da solo al primo turno? "Se proprio ci costringeranno a correre da soli- prosegue Casadei- lo faremo senza timore, pero' deve essere una filosofia di vita il fatto che 'da soli non si e' mai sufficienti'. Concetto che va declinato con realismo anche in politica: da soli noi non bastiamo". Dunque, "se ci fosse un nome condiviso col Pdl noi saremmo ben disponibili a sostenerlo, al momento pero' non sono arrivati segnali. Noi il candidato lo abbiamo gia' deciso. Lo ufficializzeremo pero' nei tempi adeguati. La linea politica resta quella di cercare un accordo con le forze sane di questa citta': che poi siano nel Pdl, che e' il nostro alleato di riferimento, o siano altrove a noi interessa poco". (Dire)

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di malatesta
    malatesta

    Da un politico che è contro rimini, in un partito che è contro rimini verrà fuori per forza un candidato contro rimini. E dovrebbe essere il candidato del pdl? Voglio vedere quale riminese avrà coraggio di votare per la lega a queste elezioni. Con quale faccia poi costui si erge a decisionista sulle questioni riminesi non lo so. Spero ci sia qualcuno che gliele canti tutte..soprattutto il popolo votante.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -