Rimini, la mobilitazione delle imprese del fotovoltaico incassa l'appoggio della Regione

Rimini, la mobilitazione delle imprese del fotovoltaico incassa l'appoggio della Regione

RIMINI - Le imprese riminesi delle rinnovabili lanciano un grido di allarme sul futuro dell'energia verde sul territorio e l'appello viene raccolto dalla Regione Emilia-Romagna. Martedì sera c'è stata una vera e propria mobilitazione delle imprese locali contro gli effetti del decreto Romani che ha messo in crisi l'intero comparto delle rinnovabili, causando gravi incertezze per i cittadini e le imprese del fotovoltaico.

 

E si tratta, sul territorio dell'Emilia-Romagna, di numeri importanti, visto che le sole aziende del fotovoltaico di Rimini e provincia rappresentano un fatturato di oltre 250 milioni di euro e 500 addetti. "Cinquecento posti di lavoro che a questo punto sono a rischio", dice una nota del gruppo privato Ubisol.

 

Martedì sera l'assessore allo Sviluppo economico della Regione Emilia-Romagna, Gian Carlo Muzzarelli, con il consigliere regionale Roberto Piva che ha organizzato il meeting, ha voluto incontrare direttamente le aziende interessate, in occasione, tra l'altro, della Settimana europea delle fonti rinnovabili.

 

Nell'occasione Muzzarelli ha annunciato che la Giunta ha approvato il nuovo piano energetico regionale 2011-2013, che entro giugno dovrebbe superare il vaglio dell'assemblea regionale. Il Piano, che prevede investimenti per quasi 140 milioni di euro in tre anni, e punta sul risparmio energetico e sullo sviluppo delle fonti rinnovabili, verrà presentato ufficialmente martedì 19 aprile a Bologna.

 

Un piano - ha anticipato l'assessore nell'incontro di Rimini - che contiene traguardi ambiziosi, come quello di superare l'obiettivo europeo fissato al 2020 di una produzione energetica da fonti rinnovabili pari al 17%. Muzzarelli ha spiegato come la Regione punti realisticamente ad un range tra il 17% ed il 20%. Saranno messe in campo politiche per agevolare gli investimenti nel settore, anche con l'appoggio del comparto creditizio, esplorando tutte le possibilità di uno spazio di manovra.

 

"Ma servono risorse in tempi rapidi. Tenete duro - ha sottolineato Gian Carlo Muzzarelli rivolto ai responsabili di Ubisol - perché ce la facciamo soprattutto se giochiamo la partita insieme". L'amministratore delegato del Gruppo Ubisol, Francesco Rinaldi, ha avanzato proposte concrete, in particolare affinché si voglia considerare l'opportunità "di prevedere un sistema di aiuti economici, a livello regionale, a beneficio dei privati che vogliano installare impianti fotovoltaici sul territorio, finanziamenti che vadano ad integrare gli incentivi del Conto Energia, privilegiando misure che favoriscano la diffusione delle fonti rinnovabili tra le famiglie e le imprese, prevedendo al contempo un limite di potenza per le installazioni finanziabili". Un modo per tamponare, almeno a livello regionale, i danni provocati al comparto dal decreto Romani, eloquentemente definito "ammazza rinnovabili".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -