Rimini: la Provincia dà il via libera all'ingresso della Regione nella fiera

Rimini: la Provincia dà il via libera all'ingresso della Regione nella fiera

Rimini: la Provincia dà il via libera all'ingresso della Regione nella fiera

RIMINI - La Fiera di Rimini parla sempre piu' bolognese. Il Consiglio provinciale di Rimini, nella seduta dell'altra sera, ha approvato la vendita alla Regione Emilia-Romagna del 2,9% del capitale sociale di Rimini Fiera spa e l'acquisto dalla Camera di commercio riminese dello 0,967% del capitale sociale della stessa societa'. A fronte di un esborso per l'acquisto pari a 1,5 milioni di euro, la Provincia ne incassera' 4,5 dalla Regione.

 

Con questo passaggio, dopo quello speculare di giovedi' scorso in commissione comunale, si procede pian piano verso l'integrazione tra i due Expo, che i protagonisti vogliono chiudere entro l'anno. A palazzo Garampi si attende il voto definitivo nella seduta consiliare, per chiudere l'operazione di cessione delle quote entro una settimana. Il tutto verra' perfezionato con  l'ingresso nel Cda di Rimini Fiera di un rappresentante regionale a fine primavera, proprio in concomitanza del rinnovo del Consiglio dell'Expo romagnolo nella fase di approvazione del suo bilancio.

 

Cosi' il presidente della Provincia di Rimini, Stefano Vitali: "Raccogliamo i frutti delle grandi scelte

strategiche degli anni passati insieme agli altri attori di rilievo. La Regione Emilia Romagna, oggi una delle aree piu' dinamiche d'Europa, sceglie Rimini come partner fieristico strategico, e noi- rimarca Vitali- dobbiamo esserne orgogliosi". Il capogruppo del Pd, Sergio Funelli, ha ricordato che "non si tratta della prima volta che la Regione interviene col proprio portafoglio in favore della Fiera di Rimini: e' intervenuta altre volte in termini molto significativi senza pretendere azioni in cambio, come invece esigerebbe un privato".

 

Insomma, "avere la Regione come membro di entrambe le fiere garantira' una proficua sinergia fra i due enti fieristici, cosa che ci auguriamo- ha osservato Funelli- avvenga anche in ambito aeroportuale". L'approvazione a maggioranza (15 favorevoli e 10 contrari) c'e' stata con l'appello nominale richiesto dalla Lega Nord che, insieme al Pdl, ha votato contro. Il pidiellino Oronzo Zilli ha sottolineato che ora si passa "ad un sistema fieristico regionale sotto il cappello della Regione, che avra' in pratica un potere di veto nonostante la quota minoritaria".

 

Gli ha fatto eco il collega di gruppo Alessandro Ravaglioli, che ha domandato all'assemblea "quale sia il valore aggiunto della Regione" e "quale l'interesse pubblico dell'operazione". Il consigliere regionale del Pdl Marco Lombardi, infine, ha criticato ancora l'operazione definendola "un regalo della Regione" preoccupante.

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -