Rimini, la Provincia da il via libera alla pompata di nuovi soldi per il Palas

Rimini, la Provincia da il via libera alla pompata di nuovi soldi per il Palas

Rimini, la Provincia da il via libera alla pompata di nuovi soldi per il Palas

RIMINI - Anche l'amministrazione provinciale a Rimini ha confezionato il suo lasciapassare per la delibera Palas, l'aumento di capitale mirato a realizzare il nuovo Palazzo dei congressi. I 18 milioni di euro in piu' destinati alla struttura (da oltre 110 milioni complessivamente) impegnano allo stesso modo la Provincia, il Comune e la Camera di Commercio nei prossimi 3 anni. Nel capitale extra (e' il terzo supplemento di accordo, ne seguira' almeno un quarto) rientrano i 6,5 milioni di contenziosi con i costruttori e i 9 per le rate di ammortamento dei mutui.

 

Nel corso della seduta del Consiglio provinciale di martedì pomeriggio (assente il presidente di Rimini Fiera Lorenzo Cagnoni, c'era la settimana scorsa in commissione) il capogruppo del Partito Democratico, Sergio Funelli, precisa che "la Provincia per via del suo bilancio e' piu' sensibile all'operazione rispetto al Comune di Rimini: saremo piu' esposti, sta tutta qui la nostra preoccupazione". Funelli cita poi i "competitor" di Roma e Venezia e ricorda che "altrove queste operazioni si fanno coi soldi del Governo". In ogni caso, non bisogna tentennare: "Andiamo incontro ad un ulteriore plus di difficolta', ma questa che la Provincia ha accompagnato rimane senz'altro un'opera fondamentale", conclude Funelli.

 

Ancora nella maggioranza, Maurizio Nanni dell'Udc sorprende l'aula raccontando che nell'ambito dei lavori ci sarebbe pure la posa di una conchiglia con tanto di perla sulla facciata del Palas: "Abbiamo sentito che potrebbe costare fino a un milione e mezzo di euro. Ne costasse anche poche

centinaia di migliaia- ha scandito Nanni che si dice in attesa di una risposta da parte dei tecnici della Fiera- non credo certo sarebbe opportuno, visti i tempi che corrono". Sia Funelli sia Nanni, inoltre, chiedono al presidente della Provincia Stefano Vitali di non indietreggiare sulla trasparenza-sobrieta' nella gestione delle partecipate: il primo parla di "questione che va rivisitata", il secondo vede l'esigenza di "ufficio di controllo ad hoc nelle societa'".

 

Sul fronte entrate pro Palas, l'aula di corso d'Augusto, complice questo avvio di stagione poco entusiasmante, si mostra in generale preoccupata sul milione e 100 mila euro di royalties che dovranno pagare gli albergatori. Si vedra'. A votare contro la delibera ci pensano la Lega Nord ("a differenza di chi contesta e poi si astiene noi siamo un'opposizione cosciente", e' la frecciata del capogruppo Giancarlo Diotalevi) cosi' come Marina Mascioni e Giuliano Giulianini del Pdl, che come gli altri consiglieri in Comune (Gioenzo Renzi, Pasquale Barone e Liliana Cingolani, tutti contro il mutuo da 45,6 milioni di euro) disobbediscono ai propri vertici orientati sull'astensione.

"Siamo contro il suo piano finanziario ma favorevoli al progetto Palas", prova comunque a dettare la linea pidiellina Oronzo Zilli a margine dei lavori.

 

Tornando alle partecipate, oggi tra i corridoi della Provincia si parla anche di Convention Bureau, la

societa' dei congressi di proprieta' al 72,82% di Rimini Fiera che a sua volta si appresta a 'rinnovare' i suoi vertici. L'assemblea si terra' entro giugno e si consumera' senza sorprese. Nel braccio di ferro interno al Pd, Cagnoni e' riuscito a spuntarla: il presidente in scadenza, Mauro Ioli, verra' confermato. La partita del Palas Ioli l'ha vissuta in prima persona, e dunque sul taglio del nastro puo' contarci.

 

I Democratici volevano sostituirlo con l'ex presidente della Provincia Nando Fabbri, che ha declinato l'invito per partecipare alle primarie come candidato sindaco nel 2011. L'ex presidente di

Apt Servizi Massimo Gottifredi, invece, e' gia' entrato nel Cda della Fiera come rappresentante della Regione: sul post Ioli nutriva piu' di un'ambizione, ma in questa fase nel Pd i doppi incarichi vengono contenuti il piu' possibile. (Dire)

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -