Rimini, la Provincia di Pesaro entra con una quota simbolica nell'aeroporto

Rimini, la Provincia di Pesaro entra con una quota simbolica nell'aeroporto

Rimini, la Provincia di Pesaro entra con una quota simbolica nell'aeroporto

RIMINI - Seppur "simbolicamente", con una quota che va dallo 0,5% all'1%, la Provincia di Pesaro-Urbino entra nell'aeroporto internazionale di Rimini-San Marino. E' quanto e' emerso nel corso del "confronto aperto" tra il presidente della Provincia di Rimini, Stefano Vitali, e il proprio omologo pesarese, Matteo Ricci, sulle tematiche interprovinciali per le aree di confine (come la Valconca o la zona tra San Giovanni in Marignano e Tavullia).

 

Esaurita la passione del passaggio dei sette Comuni dell'alta Valmarecchia dalle Marche all'Emilia

Romagna con il prefetto Rosaria Cicala, commissario per il passaggio delle consegne, che a breve lascera' l'incarico, Rimini e Pesaro guardano avanti. L'obiettivo e' operare a quattro mani, quando lo si puo' fare. A parte l'ingresso nel "Federico Fellini" (l'operazione si concludera' entro la prossima settimana), qualche progetto di viabilita' sostenibile nella Conca (piste ciclabili tra le altre) e tanta buona volonta', quasi tutto e' ancora da fare. "Siamo solo all'inizio", riconoscono all'unisono  Vitali e Ricci.

 

Vitali sottolinea "la sfida culturale che attende i nostri territori, che e' quella del superamento dei confini e delle Regioni di appartenza: l'intenzione di Pesaro di entrare nell'aeroporto, le politiche del territorio relative a Cattolica, San Giovanni in Marignano, Tavullia, il passaggio dei Comuni della Valmarecchia, sono tutte azione concrete su cui stiamo gia' lavorando, in sinergia, da entrambe le parti". (Dire)

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -