Rimini, la Provincia 'capitale' della cooperazione internazionale

Rimini, la Provincia 'capitale' della cooperazione internazionale

RIMINI - Il mensile di informazione della Protezione civile italiana ha incoronato la Provincia di Rimini come capitale internazionale della cooperazione: dopo i progetti umanitari perseguiti con i propri volontari in Africa, in Medio Oriente e nell'ex Jugoslavia, ora l'Amministrazione provinciale 'adotta' la missione dei Frati Cappuccini a Belém, nel nord del Brasile, in sostegno del "Mohran", il movimento dedicato alla cura fisica e psichica dei malati di lebbra

 

In particolare il 23 ottobre scorso la Provincia di Rimini, attraverso il suo assessore alla Protezione civile Mario Galasso, ha organizzato un incontro operativo per sostenere l'opera dei Frati Cappuccini a Belém: hanno partecipato alla riunione - oltre all'assessore Galasso - i rappresentanti dell'associazione di volontariato "Bancaiuti" - con il presidente Gino Gregori, Luciano Bagli, Imelde Zavoli e Maria Teresa Gasperoni -, Francesco Massimi dell'associazione "Forza Pronto Intervento, nonché Frate Apollonio, figura di spicco dei Frati Cappuccini in missione a Belém; presente anche Franco Pasargiklian, direttore della rivista nazionale della Protezione civile italiana.

 

Nel corso di quell'incontro l'Amministrazione provinciale ha manifestato la propria volontà di sostenere il "Mohran" attraverso un progetto di adozione a distanza: la Provincia stanzierà un fondo iniziale per questo progetto umanitario, impegnandosi con i suoi volontari a sensibilizzare cittadini, imprese e attività commerciali ad offrire il proprio contributo per la missione dei Frati Cappuccini. «Abbiamo il dovere primario di risvegliare le coscienze per diminuire le differenze e le ingiustizie, a cominciare dalle periferie delle nostre città», afferma l'assessore Galasso, continuando: «Solo attraverso un atteggiamento collettivo, che parte dalla consapevolezza del singolo, può nascere un orizzonte di speranza per un futuro possibile. Penso che ognuno di noi abbia molto da imparare dai tanti frati Apollonio impegnati nel mondo e nelle nostre città». Poi Mario Galasso delinea la propria idea umanitaria di Provincia: «Il dovere di una Provincia è quello di investire le migliori risorse affinché la comunità sappia includere e non escludere, sappia farsi carico dei meno fortunati, sappia prendersi cura del proprio territorio». E proprio con lo scopo di sensibilizzare la cittadinanza, domenica 31 gennaio la Provincia di Rimini sarà in piazza Tre Martiri insieme ai propri volontari per partecipare alle celebrazioni della giornata mondiale dedicata ai malati di lebbra.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -