Rimini: la violenta sotto il ricatto del permesso di soggiorno

Rimini: la violenta sotto il ricatto del permesso di soggiorno

Rimini: la violenta sotto il ricatto del permesso di soggiorno

RIMINI - Sotto la costante minaccia di farle revocare il permesso di soggiorno, ha costretto la convivente a forzati rapporti sessuali. Un 52enne di Sant'Agata Feltria, ma residente a San Donato Cella, è stato arrestato con l'accusa di violenza sessuale. A prenderlo è stata la Squadra Mobile presso il Municipio di Sant'Agata Feltria, dove l'uomo lavora come impiegato. Le indagini, dirette dal pm Marino Cerioni, sono partite dalla denuncia sporta dalla vittima.

 

La donna, una 38enne di origine russa, ha spiegato di esser stata costretta a rapporti sessuale di ogni tipo perché il compagno la minacciava di farle revocare il permesso di soggiorno. Le violenze, secondo quanto raccontato dalla vittima, si sarebbero protratte tra il 2007 e il 2009 al grattacielo di Rimini, dove alloggia la donna.

 

L'uomo, impiegato all'Ufficio Ragioneria, è stato arrestato su disposizione del gip Lucio Ardigò con le accuse di violenza sessuale, maltrattamenti in famiglia, minaccia, violenza privata e violazione di domicilio. Ora si trova in carcere, al ‘Casetti' di Rimini, a disposizione dell'autorità giudiziaria.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -