Rimini, lavoro. Assunzioni in crescita rispetto al 2009

Rimini, lavoro. Assunzioni in crescita rispetto al 2009

Rimini, lavoro. Assunzioni in crescita rispetto al 2009

RIMINI - Presentato dall'assessore al Lavoro provinciale Meris Soldati e dal sociologo e ricercatore dell'Università di Bologna Nicola De Luigi, il "Rapporto sul mercato del lavoro della Provincia di Rimini 2010". Il volume di avviati e avviamenti nel corso del 2010 risulta in crescita rispetto al 2009, riavvicinandosi ai valori del 2008: rispetto allo scorso anno gli avviati registrano un incremento del 5,8% (66.803 contro i 63.145 del 2009 e i 66.085 del 2008) e gli avviamenti del 5,7% (104.507 contro i 98.863 del 2009 e i 104.175 del 2008).

 

Il saldo complessivo evidenzia un miglioramento del mercato del lavoro provinciale, che si riporta sui livelli del 2008: l'incremento verificatosi nel corso del 2010 è di 1.893 unità (+ 2%), in controtendenza rispetto al decremento del 2009 (- 824 unità, vale a dire - 0,9%) e in linea con quello registrato nel 2008 (1.815 unità, vale a dire + 2,1%). Anche per il 2010, tuttavia, occorre ricordare il ruolo svolto dalle diverse forme di ammortizzatori sociali attivati a livello nazionale e regionale. Se l'incremento più consistente nell'utilizzo di questi strumenti si è infatti verificato tra il 2008 e il 2009, nel corso del 2010 si registra in ogni caso un ulteriore aumento, seppur di dimensioni più ridotte.

 

Dal confronto tra le dinamiche occupazionali del 2010 e quelle degli anni precedenti emergono alcune tendenze degne di attenzione, dalle quali si evince chiaramente che alcuni gruppi sociali hanno beneficiato maggiormente dell'incremento dei flussi in entrata nel mercato del lavoro locale: in relazione al genere, per quanto l'incremento degli avviati nel corso del 2010 riguardi entrambi i sessi (+ 5,8%), è più forte tra gli uomini che tra le donne (+ 8,6% contro + 3,5%). Il confronto con il 2008 segnala invece un incremento più modesto degli avviati maschili (+ 2,4%) ed un lieve decremento femminile (- 0,02%).

 

Per quanto riguarda la cittadinanza, l'incremento dei flussi in entrata registrato nel 2010 è assai più significativo tra gli stranieri (+ 9,3%) che tra gli italiani (+ 4,4%). Ciò è ancor più evidente se si osservano i flussi degli ultimi due anni: tra il 2008 e il 2010 gli italiani registrano complessivamente un calo degli avviati (- 2,5%), mentre gli stranieri addirittura un incremento percentuale a doppia cifra (+ 10,6%). Negli ultimi due anni è dunque ripresa a crescere l'incidenza dei lavoratori non italiani sul totale dei flussi in ingresso nel mercato del lavoro riminese, giunta a fine 2010 al 30,2%.

 

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -