Rimini, le aziende innovative su competitività e opportunità di lavoro

Rimini, le aziende innovative su competitività e opportunità di lavoro

RIMINI - Quaranta aziende, cinque settori, un territorio. Scenari innovativi che affrontano tematiche che vanno dalla creatività e comunicazione ai temi dell'abitazione, valorizzazione dell'ambiente e miglioramento della qualità della vita. Questi gli ambiti della ricerca-azione promossa dall'assessorato alle Politiche del lavoro, che vuole individuare le imprese e realtà più innovatrici presenti a Rimini e avvicinarle all'ente pubblico, alle associazioni di categoria, all'Università ed al mondo della formazione per creare un luogo di scambio, per agevolare la loro competitività e orientare le nuove generazioni.

 

Il settore della comunicazione è rappresentato da imprese e realtà che si occupano di musica, teatro, cinema, tv, internet, editoria e marketing.

 

Concept store, laboratori di artigianato, fotografi e agenzie di moda, aziende di pronto moda consolidate o nate da poco sono le realtà inserite nel settore moda e artigianato artistico.

 

Per il settore qualità della vita sono state coinvolte imprese che operano nella cosmesi, con un occhio di riguardo alla natura. Inoltre un laboratorio di alimentazione biologica, un negozio gluten free e uno stabilimento balneare eco sostenibile.

 

Energie alternative, vernici biologiche, un laboratorio di analisi e certificazione e smaltimento rifiuti sono le attività delle imprese inserite all'interno del settore tutela ambiente mentre la parola d'ordine è bioedilizia, domotica, costruzioni ecosostenibili per il settore nuova abitazione. Imprese che operano a livello nazionale e internazionale, realtà che potrebbero esporre le loro idee innovative in uno spazio, la "Casa dell'Innovazione", un luogo d'attrazione dal punto di vista didattico e turistico e di valorizzazione per le imprese del territorio.

 

Sintesi della ricerca

La crisi economica ha colpito molti dei settori industriali e terziari tradizionali ed è importante, pensando alle nuove generazioni che si affacciano sul mercato del lavoro, verificare le possibilità di aumentare le possibilità di lavoro (autonomo o dipendente all'interno di piccole imprese) in cinque aree meno tradizionali che si stanno presentando a livello europeo e internazionale come aree di grande interesse: comunicazione; moda e artigianato artistico; qualità della vita; tutela ambiente e risorse naturali; un nuovo tipo di abitazione.

 

Rimini è identificata dal punto di vista produttivo soprattutto con il turismo e le attività legate al mare, ma il mondo imprenditoriale riminese ha colto l'importanza delle cinque aree. Lo dimostra la ricerca-azione promossa dall'assessorato alle Politiche del lavoro, guidato da Anna Maria Fiori, e condotta in collaborazione con il professor Vittorio Capecchi dell'Università di Bologna, con le associazioni delle imprese, i responsabili degli enti e delle strutture formative. Obiettivo, studiare le esperienze realizzate nelle cinque aree allo scopo di aumentare le opportunità di lavoro per i giovani e le giovani nel Comune di Rimini.

 

La scelta delle aree di indagine è stata fatta tenendo conto del successo che esse stanno avendo non solo in Europa e negli Stati Uniti, ma anche in nazioni come la Cina, l'India e il Vietnam. Va sottolineato che, prima di effettuare la ricerca, non era assolutamente scontato che imprese significative in queste cinque aree si trovassero concretamente anche nel comune di Rimini. Se si leggono insieme tutte le cinque aree si comprende inoltre che non si tratta solo di una proposta di valorizzare lavori e imprese, ma anche di delineare un nuovo tipo di convivenza sociale in cui tutta una serie di valori (ambientali e della qualità della vita) sono tenuti presenti.

 

Sono state così individuate e intervistate 40 imprese. Non si tratta di un campionamento, ma di una prima identificazione indicativa della presenza a Rimini delle cinque aree, che potrà proseguire ed essere completata. Con incontri e interviste insieme all'assessore Fiori, al professor Capecchi e ai rappresentanti di Università, associazioni e centri di formazione, è stata data consapevolezza alle imprese di far parte di un raggruppamento particolare, all'interno del quale è possibile sviluppare sinergie e politiche comuni. Sono emerse inoltre le richieste che le aziende rivolgono agli altri attori riminesi pubblici e privati.

 

I risultati della ricerca sono importanti: a Rimini vi sono imprese di eccellenza in tutte e cinque le aree. Rimini è sicuramente un importante polo turistico con attività legate al mare, ma è anche un luogo dove con una presenza di imprese innovative e significative in direzioni del tutto compatibili con le due unità di ricerca del futuro Tecnopolo universitario (energia e ambiente; tecnologie innovative al servizio della moda), e che possono ben interagire con Rimini quale polo turistico balneare. E vi sono sicuramente, oltre alle quaranta imprese intervistate, altre imprese significative nelle cinque direzioni che possono essere coinvolte.

 

Dalla ricerca è emerso inoltre il progetto di una Casa dell'innovazione per attivare percorsi di formazione orientati alle cinque aree e in generale alle imprese più innovative del territorio, nonché per realizzare punti di visibilità e di interazione tra tutte le aziende innovative, non solo quelle presenti nelle cinque aree, ma anche quelle che ad esempio operano nel settore turistico balneare. La Casa dell'Innovazione, collocata all'interno del futuro Tecnopolo o in un'area strettamente collegata, metterà in "mostra" le imprese più innovative della città e potrà diventare un centro catalizzatore di più forze: il Comune, l'Università, le imprese, le associazioni imprenditoriali, le strutture della formazione professionale, il mondo del credito. Rimini non è solo un importante centro balneare, ma anche una città in cui si sono realizzate importanti strategie imprenditoriali innovative che possono utilmente dialogare e interagire con il polo turistico. La Casa dell'innovazione sarebbe luogo di interazione anche per i visitatori e il pubblico, con sale espositive ed eventi (conferenze, proiezioni di video e film scientifici, incontri con imprese e potenziali clienti stranieri).

I risultati generali della ricerca possono essere identificati dunque in tre principali direzioni:

·         aver dimostrato una presenza significativa e con punte di eccellenza di imprese riminesi nelle cinque aree, con consistenti potenzialità lavorative delle nuove generazioni se si orienteranno in queste direzioni

·         aver dimostrato le potenzialità come sviluppo di innovazione tecnologica in prodotti e servizi esistenti e nuovi, dato l'intreccio tra le unità di ricerca del polo tecnologico e le imprese

·         aver dimostrato come l'interazione università-impresa può essere agevolata da una presenza attiva dell'ente locale attraverso ricerche azione e attraverso progetti come la Casa dell'innovazione.

 

Per agevolare la comunicazione dei risultati sono state realizzate videointerviste con lo scopo di diffondere un programma televisivo basato su sei video: uno di riflessione generale su i risultati della ricerca e cinque per illustrare le imprese intervistate nelle cinque aree. Alla ricerca-azione sarà dedicato un ciclo di 6 puntate a cadenza settimanale su Icaro Tv (canale 91). Prima emissione il venerdì alle 21.50, con replica la domenica alle 18.35.

Gli orari e i temi delle puntate in dettaglio:

Venerdì 4 febbraio ore 21.50 Puntata 1 - Imprese che innovano

Domenica 6 febbraio ore 18.35 Replica Puntata 1

Venerdì 11 febbraio ore 21.50 Puntata 2 - Comunicazione

Domenica 13 febbraio ore 18.35 Replica Puntata 2

Venerdì 18 febbraio ore 21.50 Puntata 3 - Moda

Domenica 20 febbraio ore 18.35 Replica Puntata 3

Venerdì 25 febbraio ore 21.50 Puntata 4 - Qualità della vita

Domenica 27 febbraio ore 18.35 Replica Puntata 4

Venerdì 4 marzo ore 21.50 Puntata 5 - Tutela dell'ambiente

Domenica 6 marzo ore 18.35 Replica Puntata 5

Venerdì 11 marzo ore 21.50 Puntata 6 - Nuova abitazione

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Domenica 13 marzo ore 18.35 Replica Puntata 6

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -