Rimini, le reazioni del referendum. Gnassi e Vitali: "Non si tradisca l'esito del voto"

Rimini, le reazioni del referendum. Gnassi e Vitali: "Non si tradisca l'esito del voto"

Rimini, le reazioni del referendum. Gnassi e Vitali: "Non si tradisca l'esito del voto"

RIMINI - Pioggia di reazioni per la vittoria schiacciante dei sì, che, uniti al raggiungimento del quorum, fanno tramontare alcuni assi della politiche del governo Berlusconi, in particolare il ritorno all'energia nucleare. Si smantella anche il sistema di progressiva privatizzazione della gestione dell'acqua pubblica, mentre viene abrogato il legittimo impedimento, la legge che permette al premier e ai ministri di rimandare le udienze penali per gli impegni di governo.

 

Intervengono le due massime cariche locali a Rimini. Esprime soddisfazione il sindaco di Rimini Andrea Gnassi: ""Davanti ai risultati che provengono dai seggi, mi sento d'esprimere un grazie profondo agli oltre 65.000 riminesi che, recandosi al voto tra ieri e oggi, sono stati protagonisti di questa splendida prova di democrazia rappresentata dal raggiungimento del quorum nei quattro quesiti referendari".

 

E ancora Gnassi: "Un risultato per niente scontato - e per questo ancor più prezioso - che ha visto l'impegno di tanti cittadini che in questi mesi, tenacemente e anche testardamente, hanno continuato nella loro opera d'informazione e convincimento su quattro temi per niente secondari, che riguardano la vita di tutti per l'oggi ma soprattutto per il domani. Ed è in quell'entusiasmo, in quella passione civile, in quella partecipazione che in tanti momenti d'incontro ho ritrovato che, credo, vada ricercata la chiave di volta dello straordinario risultato ottenuto. Anche stavolta Rimini ha saputo cogliere il vento del cambiamento, che - ne sono certo - soffierà per molto tempo ancora."

 

Arriva anche una dichiarazione ufficiale del Presidente della Provincia di Rimini, Stefano Vitali:

"Credo sia doveroso ringraziare i cittadini della provincia di Rimini per aver fatto abbondantemente la loro parte nel raggiungimento del quorum per i quattro quesiti referendari del 15 e 16 giugno. Una grande prova di democrazia che, finalmente, spazza via i fallimenti numerici in serie degli ultimi 20 anni, ridando forza e credibilità al tema della partecipazione diretta. La partecipazione è una risorsa, un valore che va oltre lo stesso- peraltro importantissimo- voto sui singoli referendum".

 

"La cosa straordinaria è che questo risultato è sostanzialmente dovuto al successo di un sistema d'informazione costruito dal basso, dai social network all'informazione locale, e persino all'antico metodo del passaparola. Una batosta sonora per i Golia dei network mediatici nazionali e internazionali che, sino all'ultimo, hanno oscurato e minimizzato l'impatto della sfida sulla vita quotidiana degli italiani. L'auspicio, anzi la richiesta pressante, a questo punto è che chi ha deleghe e responsabilità non tradisca l'esito referendario sia nel merito dei quesiti che su un metodo di governo che non può prescindere dalla partecipazione".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Interviene,anche Elisa Marchioni, deputata Pd: "Il governo prenda atto di non rappresentare più il Paese. Sono dei ‘Sì' fortissimi, quelli votati dai referendum, perché mostrano c'è una nuova maggioranza nel Paese. Con questo voto, i cittadini gridano che non è in loro nome che il governo ha voluto la giustizia su misura del legittimo impedimento, le cifre astronomiche del ritorno al nucleare senza sicurezze, la mancanza di chiarezza sulla gestione dell'acqua come bene pubblico. E che battaglie dell'opposizione in Parlamento, le nostre battaglie, anche se non vittoriose nei numeri, interpretavano ciò che le persone chiedevano".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -