Rimini, Lombardi (Pdl) lancia l'allarme: ''Forlì e Bologna ci accerchiano''

Rimini, Lombardi (Pdl) lancia l'allarme: ''Forlì e Bologna ci accerchiano''

Rimini, Lombardi (Pdl) lancia l'allarme: ''Forlì e Bologna ci accerchiano''

RIMINI - Su aeroporti, trasporto pubblico locale, sanita', sistema del credito e Universita', Rimini e' accerchiata e perde posizioni a favore di Forli'. Sulle due uniche vere eccellenze, la Fiera e il turismo, Bologna spinge verso compromessi al ribasso. Lo sostiene il coordinatore provinciale del Pdl riminese, Marco Lombardi, che in una nota ha lanciato il suo allarme: "Rimini e' un territorio accerchiato, la realta' ci costringe spesso a fare i conti con la debolezza politica della sinistra riminese incapace di affermarsi nel panorama politico regionale".

 

In campo aeroportuale "i nostri amministratori locali non sono stati ancora in grado di affermare definitivamente la supremazia strategica ed economica del nostro aeroporto su quello di Forli', rimanendo invischiati in valutazioni dettate da Bologna tutte politiche e per nulla legate al reale interesse dei cittadini e  degli operatori".

 

Sul Tpl che costituisce "un punto nero del nostro territorio sia per i residenti che per i turisti", prosegue il consigliere regionale, "i nostri amministratori hanno immediatamente ceduto all'idea di spostare la testa del sistema a Forli' lasciando a Rimini la pura manovalanza".

 

E la sanita'? "Ci hanno spiegato che l'Area Vasta risponde ad esigenze di razionalizzazione dei servizi, ma non sono ancora riusciti a spigare a i cittadini quali eccellenze abbiamo ottenuto a Rimini in cambio dello scippo del 118 e del laboratorio di analisi e come mai Forli', Cesena e Ravenna fanno passi in avanti molto maggiori di quelli di Rimini", sferza il berlusconiano.

 

E anche "la nostra Universita', che pure dimostra una enorme vitalita' culturale, deve subire le pressioni bolognesi per confluire in un Polo unico con sede a Forli'". Anche sulla crisi del credito Lombardi dice che "il nostro sistema, non senza colpe, e' evidentemente sotto assedio ed anche in questo caso la realta' forlivese di rito Prodiano, attraverso i suoi legami forti tra politica di sinistra ed economia, sta mettendo a rischio la nostra autonomia territoriale".

 

Per non parlare dei "compromessi al ribasso" cui la Giunta regionale di Vasco Errani costringerebbe Rimini: "La Fiera non puo' competere con Bologna, ma deve convivere senza crearle troppi problemi. Allo stesso modo il turismo della Riviera non puo' promuoversi usando tutte le sue potenzialita', ma deve tirare anche il carro di altre zone emiliane. Con il solo scopo di essere utile al mantenimento del consenso di Errani, senza pero' preoccuparsi- e' l'ultimo affondo del consigliere regionale- di sostenere quello che a Rimini e dintorni e' una vera e propria industria, con alle spalle imprese, lavoratori e famiglie". (Dire)

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -