Rimini: lunedì in via Rodella nuova operazione di brillamento di un ordigno bellico inesploso

Rimini: lunedì in via Rodella nuova operazione di brillamento di un ordigno bellico inesploso

RIMINI - Lunedì 15 settembre prende avvio per l'operazione di brillamento, la quarta quest'anno, dell'ordigno bellico inesploso rinvenuto nella frazione di Vergiano di Rimini.

Si tratta di una bomba d'aereo di fabbricazione britannica del peso di 500 libbre (226,8 Kg circa), risalente alla seconda Guerra mondiale, rinvenuta in via Rodella durante i lavori di sbancamento per la costruzione di un edificio privato.

 

L'operazione, coordinata dalla Prefettura di Rimini, vedrà impegnati, dalle prime ore di lunedì mattina, un centinaio di uomini tra forze dell'ordine e volontari della protezione civile.

Contrariamente alle ultime volte, però, l'ordigno sarà despolettato sul posto dagli artificieri dell'8° Reggimento Genio Guastatori "Folgore" di Legnago (VR) per poi essere trasportato in località Ca' Baldacci, dove sarà fatto brillare.

 

Le operazioni avranno inizio nel primo mattino di lunedì con l'esecuzione entro le ore 8 dello sgombero delle persone residenti nella zona di sgombero (danger zone), ovvero dell'area avente un raggio di 500 m. dal luogo di rinvenimento dell'ordigno.

La zona dovrà rimanere sgombra da tutte le persone fino al termine delle operazioni di brillamento e sarà presidiata dall'attività antisciaccallaggio delle forze dell'ordine. Durante il periodo di sgombero (dalle ore 8 fino alla conclusione delle operazioni) è vietata qualsiasi presenza in loco e i trasgressori potranno essere sottoposti a procedura secondo i termini di legge.

 

Dalle ore 8, per tutta la durata delle operazioni, sarà vietata la circolazione all'interno dell'area compresa nel perimetro formato da: via Pradese, in corrispondenza dell'intersezione con la via Quartirolo; via Carpi, in corrispondenza dell'intersezione con la via Calastra; via Rodella, in corrispondenza dell'intersezione con la via Rodella; via Montigiano sulle due bratelle della stessa che la collegano alla via Montefiorino; via Mavoncello, in corrispondenza dell'intersezione con la via Quartirolo; via Mirandola, in corrispondenza dell'intersezione con la via Montalbano.

 

Per seguire tutta l'operazione è stata costituita, presso la chiesa di Santa Maria della Neve in via Montefiorino 13 a Vergiano, un' Unità di crisi, coordinata dal dirigente dell'area protezione civile della Prefettura e composta dai rappresentanti dei seguenti enti, uffici e comandi: Prefettura, Protezione civile della Provincia di Rimini, Comune di Rimini, 8° Genio Guastatori, Questura, Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia Stradale, Croce Rossa Italiana, Vigili del Fuoco, Enac, Hera, Agenzia Mobilità, Sgr, Snam rete, Telecom, Enel, Terna.

 

Presso la chiesa sarà allestito il centro d'accoglienza dove saranno ospitati per il periodo delle operazioni i residenti della zona interdetta che vorranno usufruire del servizio d'ausilio, intrattenuti dai volontari della Croce Rossa e della Protezione civile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dalle ore 8 fino a cessata esigenza, saranno sospese le corse di linea sulle strade ricadenti nella zona di sgombero.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -