RIMINI - Maxi frode per 200 milioni di euro, perquisizioni della Gdf

RIMINI - Maxi frode per 200 milioni di euro, perquisizioni della Gdf

RIMINI – Una maxi frode per oltre 200 milioni euro in cui sono coinvolte una cinquantina di società italiane e straniere. E’ quanto è stato scoperto dalla Guardia di Finanza di Torino nel corso di un’operazione nel settore dei ricambi per automobili, che ha fruttato l’arresto di undici persone. Altre quattro sarebbero indagati. Durante le indagini, che sono durate oltre un anno, sono state eseguite oltre cinquanta perquisizioni in tutt’Italia e che hanno toccato anche Rimini.

Le indagini della Guardia di Finanza sono nate in seguito ad un controllo fiscale presso una società di Rivoli, in provincia di Torino. Qui i militari hanno accertato come molte operazioni commerciali venivano eseguite sia in acquisto, sia in vendita, nei confronti delle stesse persone. I prodotti venivano commercializzati a diverse società che sono risultate prive di un’autonoma struttura logistica e commerciale. In realtà, invece, erano riconducibili alle medesime persone. In questo modo alcune società, che avevano accumulato debiti nei confronti dell’Erario, avevano trasferito la sede fuori Italia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le accuse contestate sono associazione a delinquere, emissione di fatture per operazioni inesistenti e distruzione di documentazione fiscale.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -