Rimini, Michele Marziani vince il Premio Letterario Nazionale Tracce di Territorio

Rimini, Michele Marziani vince il Premio Letterario Nazionale Tracce di Territorio

RIMINI - Michele Marziani, prolifico scrittore riminese, affianca all'attività di romanziere quella di saggista. Con il volume "I sapori della terra di mezzo", pubblicato da Guido Tommasi Editore ha vinto il Premio Letterario Nazionale Tracce di Territorio per la sezione di saggistica storica "Cesare Cantù".
 
Il premio è stato consegnato lo scorso sabato 12 giugno a Palazzo del Moro, a Mortara (Pavia).
La giuria letteraria, coordinata da Mino Milani e diretta da Angelo Ricci, ha espresso una lunga motivazione in cui, tra l'altro, si afferma: «Questo libro non va letto con gli occhi. Questo libro non va letto con la testa. Questo libro va letto con il cuore...».
 
Il Premio Letterario Nazionale Tracce di Territorio, organizzato da Rotary Club Cairoli, Associazione Tracce di Territorio e Provincia di Pavia, con Ilpra Group come main sponsor è arrivato quest'anno alla sua VI edizione e prosegue la sua opera di monitoraggio della produzione editoriale italiana dedicata alle innumerevoli territorialità della penisola. Territorio inteso non in senso asetticamente descrittivo, ma territorio inteso come luogo di nascita e di confronto, luogo di sentimenti, luogo di ibridazioni narrative, linguistiche, luogo di espressività artistiche.
 
"I sapori della terra di mezzo" è un viaggio tra la Lomellina e la Valle del Ticino che racconta tutto quello che nessuno oserebbe mai dire dell'enogastronomia, dei prodotti tipici, dell'agricoltura e dei territori vicini a Milano. Un pellegrinaggio reale, ma anche un percorso nell'anima padana accompagnato dalle parole di scrittori come Gianni Brera, Mario Albertarelli, Mario Soldati, Laura Pariani, Luigi Balocchi...
Nel volume si parla anche di vini e vitigni. E non si dimenticano ristoranti, trattorie, produttori e luoghi del cibo.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -