Rimini, mille delegati per il congresso nazionale della Cgil

Rimini, mille delegati per il congresso nazionale della Cgil

Rimini, mille delegati per il congresso nazionale della Cgil

RIMINI - Dopo 62mila assemblee svolte nei luoghi di lavoro e nelle leghe dei pensionati, durante le quali sono stati espressi piu' di 1,8 milioni di voti, dal 5 all'8 maggio si terra', come da tradizione, a Rimini, il 16° congresso nazionale della Cgil.   La prima mozione, quella del segretario generale Epifani, dal titolo 'I diritti e il lavoro oltre la crisi' con poco piu' di 1,5 milioni di voti ha raggiunto l'82,9% dei consensi, mentre la seconda, 'La CGIL che vogliamo', primo firmatario Domenico Moccia, con circa 309 mila voti ottiene il 17,1%. Sono questi alcuni dei numeri che delineano il percorso che porta il maggiore sindacato italiano, con i suoi 5.746.167 iscritti, al congresso dal titolo 'Con la CGIL per difendere il lavoro e liberare i diritti'.

 

Saranno 1.050 i delegati, di cui il 40% donne, oltre 3 mila gli invitati e 50 le delegazioni straniere. La Cgil arriva al congresso con due categorie che hanno rinnovato il segretario: sono la Fp e la Fisac. A capo degli statali e' stata eletta Rossana Dettori, alla guida dei bancari Carlo Ghezzi. Ad aprire i lavori mercoledi' 5 maggio, dopo l'elezione della presidenza, sara' Epifani con la relazione in programma per le 11.

 

Seguiranno gli adempimenti congressuali e le elezioni delle commissioni. Nel pomeriggio spazio al dibattito e agli interventi di Oscar Luigi Scalfaro, presidente emerito della Repubblica, Guy Reader, segretario generale della Confederazione internazionale dei sindacati, John Monks, segretario generale della Confederazione europea dei sindacati, Luca Palamara, presidente dell'Associazione nazionale Magistrati e Don Luigi Ciotti, presidente del gruppo Abele e di Libera.

 

Giovedi' 6 maggio si riprendono i lavori con il dibattito. Alle 12 interverranno il segretario generale della Uil Luigi Angeletti e quello della Cisl, Raffaele Bonanni. Venerdi' e' la giornata dedicata al dibattito, sabato 8 maggio alle 11 conclude Epifani. Seguiranno gli adempimenti conclusivi e poi nel pomeriggio il neo eletto comitato direttivo procedera' all'elezione del segretario generale. tante le presenze del mondo politico, oltre che imprenditoriale con il presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia, mentre per il governo ci saranno il sottosegretario Gianni Letta e il ministro del Lavoro, Maurizio Sacconi.

 

Hanno assicurato la loro presenza il segretario del Pd, Pierluigi Bersani, il presidente dell'Idv, Antonio Di Pietro, il portavoce di Sinistra Ecologia Liberta', Nichi Vendola e poi Paolo Ferrero, Oliviero Diliberto, Angelo Bonelli, Riccardo Nencini, Francesco Nucara. Saranno presenti, infine, rappresentanze sindacali provenienti da tutti i paesi del mondo, tra gli altri esponenti del sindacato afghano (RAWA), birmano (EBO e FTUB), iracheno (FWCUI), palestinese (PFGTU) e israeliano (WAC-MAAN e HISTADRUT). (Dire)

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -