Rimini, muore dopo un tumore non diagnosticato. Medici a processo

Rimini, muore dopo un tumore non diagnosticato. Medici a processo

Rimini, muore dopo un tumore non diagnosticato. Medici a processo

RIMINI - E' morta per un tumore al seno, nel 2004, una donna di 42 anni al quale non è stata diagnosticata la malattia. Ora andranno a processo, con l'accusa di lesioni colpose, un'oncologa e una radiologa dell'ospedale Infermi di Rimini. La donna si era recata dall'oncologa nel dicembre 2003, dopo che un esame aveva evidenziato alcuni noduli al seno. La mammografia non diede risultati molto chiari, ma non furono effettuati ulteriori accertamenti, secondo l'accusa.

 

L'udienza è fissata per l'11 febbraio 2011. Il giudice, Silvia Corinaldesi, ha chiesto una perizia. A confronto anche i periti delle difesa e quello nominato dal pm. Tre perizie per chiarire se la responsabilità della morte della donna sia imputabile agli accertamenti non eseguiti. La difesa sostiene che alla vittima fosse stato prescritto un controllo dopo un mese al quale lei non si sarebbe presentata. L'accusa, invece, afferma che con una diagnosi corretta la malattia avrebbe avuto conseguenze meno tragiche e sarebbe stato più semplice contrastarla.

 

Fatto sta che una volta che la paziente è tornata in ospedale, 4 mesi dopo la prima volta, presentava già metastasi ossee.

 

 

 

 

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -