Rimini, nasce a Coriano il festival della cultura indipendente

Rimini, nasce a Coriano il festival della cultura indipendente

RIMINI - Si apre con una riflessione sulla libertà di stampa, in occasione della Giornata internazionale che si celebra il 3 maggio, il primo Festival della cultura indipendente a Coriano.

Onde CORTE - giornate della cultura indipendente, festival ospitato negli spazi di CORTE, Coriano Teatro, dal 3 al 9 maggio, è una rassegna dedicata alle eccellenze artistiche e culturali del territorio, spaziando tra concerti, letteratura, teatro, mostre e produzioni locali, tutte rigorosamente indipendenti, estranee, cioè, ai grossi circuiti discografici o editoriali che spesso appiattiscono le differenze in favore di un gusto maggiormente omologato o, come si dice in gergo, "main stream". Corte vuole invece offrire uno spazio al mondo della creatività più autentica, con l'obiettivo di valorizzare i talenti di un territorio come quello romagnolo sempre più prolifico, e offrire l'opportunità al pubblico di poterne apprezzare le produzioni originali.

 

Il ricco calendario di appuntamenti sarà inaugurato da un dibattito, quanto mai attuale, sulla libertà di stampa. Istituita dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite nel 1993, la Giornata mondiale della libertà di stampa che si celebra il 3 maggio rappresenta da un lato un'occasione per promuovere iniziative finalizzate a difendere il diritto all'informazione, dall'altro è anche un'opportunità per valutare la situazione della libertà di stampa nel mondo. Lunedì 3 maggio interverranno a Corte i principali esponenti della stampa locale per un'analisi della libertà di pensiero e di espressione nelle nostre realtà. La giornata si concluderà con uno spettacolo di Officina Zimmermann dedicato alla giornalista russa Anna Politkovskaja, assassinata nel 2006.

 

Dopo questa importante apertura, il focus del festival si sposterà sulla nuova e particolarmente ricca scena musicale riminese. In particolare, verrà presentato in anteprima nazionale il nuovo disco del cantautore riminese Daniele Maggioli, registrato in questi mesi proprio negli spazi polifunzionali di Corte.

 

Ma la "pattuglia" riminese presente a Onde CORTE comprende anche Dany Greggio & the Gentlemen, Giuseppe Righini e Sergio Casabianca: un vero poker d'assi di quella che molti cominciano già a chiamare, sulla scorta di quanto accade in altre importanti città come Genova, "la scuola riminese".

 

Non poteva mancare uno degli "esperimenti" di maggior successo degli ultimi anni, recentemente messo su disco: la poesia dei grandi Guerra, Baldini e Pedretti trasformata in musica dal progetto Voci - Tre grandi poeti in musica.

 

Infine, una vera chicca: il festival avrà infatti il privilegio di ospitare un artista di fama nazionale come Massimo Zamboni, ex Cccp, che presenterà in anteprima il nuovo disco registrato proprio in Romagna, al Teatro Dimora di Mondaino.

 

Ma non è finita: in collaborazione con l'attivissima Biblioteca di Coriano, Onde CORTE darà spazio anche alla letteratura, con una serie di "incontri con l'autore" nel suggestivo spazio all'aperto della sottostante Cantinetta. Per rendere gli incontri ancora più "appetitosi", a ogni libro saranno abbinate alcune delle eccellenze enologiche del territorio, in collaborazione con le aziende locali che offriranno degustazioni gratuite dei loro migliori prodotti.

Ospiti di questa sezione del festival alcuni autori legati in particolare alla scena musicale e giovanile: Pierfrancesco Pacoda, Matteo Guarnaccia e Luca Trambusti.

 

Un altro riminese eccellente la cui fama ha da tempo travalicato i confini locali è il fotografo Chico De Luigi: a lui Onde CORTE dedicherà un omaggio con una mostra allestita negli spazi del teatro.

 

Spiega Carlo Giunchi, direttore di CORTE, Coriano Teatro: "L'idea è nata a partire dall'ospitalità offerta in gennaio a Daniele Maggioli per registrare il suo ultimo CD negli spazi di CORTE. Allora ci è sembrato che la presentazione di questo lavoro potesse non essere un evento isolato, ma l'occasione per l'organizzazione di una vetrina della cultura indipendente, tra arte, musica ed editoria. Così l'idea è cresciuta, si è data un nome, ha incontrato collaborazioni preziose come Riminimedia, Interno 4 Records e Icaro Communications, si è trasformata nella proposta di un appuntamento annuale.

Ancora una volta gli spazi di CORTE saranno in grado di ospitare, con la loro articolazione, eventi multimediali ed interdisciplinari, e si confermeranno come ambito comunicativo d'eccellenza, a disposizione della più diversificata produzione artistica e culturale."

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -