RIMINI - Nasce un progetto per l'equità dei tributi locali

RIMINI - Nasce un progetto per l'equità dei tributi locali

RIMINI - Da oltre dieci anni CORIT organizza a Riccione un workshop dedicato alla fiscalità locale e anche quest’anno a Riccione si ritroveranno un centinaio di dirigenti della pubblica amministrazione per affrontare temi di attualità, basti pensare alla consistenza di temi quali l’Ici e la Tarsu. A Riccione anche rappresentanti delle aziende italiane che operano nel settore della fiscalità locale.


Quest’anno l’appuntamento è in programma giovedì 13 marzo all’hotel Atlantic di Riccione e a partire dalle 9.45 il convegno affronterà il tema delle novità normative ed i riflessi sulle entrate e gestione del servizio di riscossione dei tributi locali.

In particolare sarà presentata la proposta CORIT - CAR-TECH riguardante strumenti evoluti e tecnologicamente innovativi per consentire alle amministrazioni locali di gestire i tributi, in particolare la riscossione Ici e Tarsu, con precisione ed equità.


TRIBUTI LOCALI PROTAGONISTI DELLE CAMPAGNE ELETTORALI

E’ noto che fra i temi dibattuti dagli schieramenti politici in questa campagna elettorale c’è l’ICI, sostanzialmente la più importante risorsa economica incassata direttamente dai Comuni. Per fare un esempio e definirne l’entità, basti pensare che per un Comune come Rimini significa una cifra intorno ai 40 milioni di euro. Ebbene, agire sul taglio o eliminazione di questo tributo, al di là di ogni considerazione di natura politica e in assenza di una precisa modalità di rimborso, significa mettere le Amministrazioni locali davanti ad un interrogativo sostanziale nella formulazione del proprio bilancio delle entrate.


CATASTO IN DISORDINE

Dall’esperienza dell’azienda riminese CAR-TECH, che ha già oltre cento comuni italiani in portafoglio, per un totale di 3 milioni di immobili (6% dell’intero patrimonio nazionale), risultano situazioni di grande disordine nelle banche dati a disposizione dei Comuni.

Mediamente, il 60% degli indirizzi degli immobili presenti al catasto è errato; il 6% degli intestatari catastali è privo di un codice fiscale di riferimento o partita IVA; nel 12% dei casi è sbagliata la titolarità del proprietario; nel 40% dei casi non è riportata la quota di possesso in caso di pluralità della titolarità dell’immobile.


A RIMINI NASCE UNA PROPOSTA RIVOLUZIONARIA

In questo contesto, CORIT e il partner tecnologico CAR-TECH hanno creato una infrastruttura per i Servizi Territoriali Centralizzati e messo a punto un progetto di ingegneria delle entrate per soccorrere le amministrazioni alle prese con grosse problematiche derivante dall’utilizzo di dati imprecisi (catastali, tributari, territoriali) in loro possesso, fattore negativo che origina a cascata una gestione imprecisa delle entrate e dei tributi riscossi. Per questo motivo, è nato a Rimini il progetto da proporre ai comuni: la realizzazione di un Catasto Tributario Comunale.


IL CATASTO TRIBUTARIO COMUNALE PER L’EQUITA’ FISCALE

A partire da una considerazione elementare, quella per cui il dato oggettivo da considerare ai fini della definizione della contribuzione non è il soggetto fisico bensì l’immobile, il CTC consente di costruire una nuova banca dati telematica formata dalla risultanza di vari dati ed informazioni in possesso delle amministrazioni, capace di garantire un effettivo controllo del territorio, di azionare con precisione le leve di pianificazione delle entrate e conoscerne con altrettanta precisione l’effetto prodotto.

Inoltre, il progetto consente di allargare la base dei contribuenti: mediamente, laddove è stato utilizzato, il Catasto Tributario Comunale ha consentito di aumentare il gettito Ici del 16% e della Tarsu di oltre il 24%. Ciò deriva semplicemente dal riordino delle informazioni e dal corretto collegamento del soggetto fisico all’immobile. Infine, il prgetto è totalmente gestibile sul web e garantisce al cittadino la possibilità di determinare senza errori il proprio tributo.


CHI L’HA GIA’ SPERIMENTATO

CORIT, con il supporto tecnologico di CAR-TECH, ha già coinvolto sul progetto alcune amministrazioni locali romagnole: le prime ad avere aderito sono Morciano, San Clemente, San Mauro Pascoli, Gatteo e Savignano sul Rubicone, mentre altre 15 stanno per accedere al servizio.


LE POTENZIALITA’

Alcune amministrazioni che stanno adottando il Catasto Tributario Comunale ipotizzano sviluppi di utilizzo che derivano proprio dalla possibilità di conoscere perfettamente il proprio territorio.

L’esatta connessione fra persona e immobile consente di pianificare con maggiore consapevolezza servizi sociali, migliorare la gestione del trasporto pubblico, ecc.

Addirittura è possibile, in presenza di interventi urbanistici particolarmente favorevoli o al contrario penalizzanti, intervenire con precisione sulle aliquote ICI e sulla TARSU anche in delimitate aree omogenee o quartieri circoscritti, aumentandole o diminuendole a seconda del caso.


CORIT

Corit-Riscossioni Locali Spa è una società nata a seguito del D.L. 203/2005 che ha riformato il sistema della riscossione ed è di proprietà dei gruppi bancari CARIM Spa e UNIBANCA Spa (Cassa di Risparmio Cesena, Cassa di Risparmio Imola, Cassa di Risparmio Faenza).

Attualmente CORIT, una delle otto società che compongono l’associazione nazionale ASCO Tributi Locali, gestisce la riscossione dei tributi locali di 50 comuni romagnoli (20 in provincia di Rimini e 30 in provincia di Forlì-Cesena), occupa 16 addetti e per la riscossione si appoggia alla rete dei 200 sportelli dei gruppi bancari della proprietà.

Complessivamente i Comuni per cui svolge il servizio sommano 630.000 abitanti, mentre 240.000 sono i contribuenti di riferimento per 690.000 unità immobiliari.


CAR-TECH

Car-Tech è una società di ingegneria dei servizi nata a Rimini nel 1988 sulla scorta delle pluriennali esperienze di imprenditori e professionisti dell’informatica, del catasto e dell’economia territoriale, specializzata nel trattamento delle banche dati di carattere tributario, catastale e territoriale; eroga servizi, per la Pubblica Amministrazione, ad alto valore aggiunto in modo diretto a tramite aziende private partner. E’ una delle più qualificate aziende, sul territorio nazionale, nei servizi per il catasto, la fiscalità locale e la gestione delle entrate degli Enti.




Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -