Rimini: neve, sparse oltre 30 tonnelate di sale

Rimini: neve, sparse oltre 30 tonnelate di sale

Rimini: neve, sparse oltre 30 tonnelate di sale

RIMINI - Sono state 30 le tonnellate di sale che nel corso della notte tra domenica e lunedì sono state utilizzate sulle strade riminesi per scongiurare la formazione del ghiaccio dopo la nevicata di domenica. Entrato a pieno regime nel primo pomeriggio di domenica, il Piano neve predisposto dalla Protezione civile del Comune di Rimini ha impegnato 26 spazzaneve affiancati da otto spargisale sia in città, dando priorità alle vie di maggior scorrimento.

 

Il lavoro ha riguardato soprattutto la zona collinare del forese dove si sono registrate le maggiori criticità, specie a Montecieco e a Covignano. Proprio su via Covignano, all'altezza del seminario, problemi alla circolazione, risolti con l'intervento degli agenti della Polizia municipale, sono stati creati nella mattinata da due autotreni in difficoltà sulla salita. A Montecieco, invece, motivi di sicurezza hanno consigliato l'annullamento della corsa mattutina del servizio di Scuolabus per la presenza di ghiaccio.

 

I funzionari, i tecnici ed i cantonieri provinciali hanno lavorato tutta la notte, fino alle prime luci dell'alba di lunedì, per garantire condizioni adeguate di percorribilità sulle strade provinciali Le attività di pulizia sono iniziate intorno alle ore 13 di domenica 31 gennaio seguite, in serata, dallo spargimento di sale sull'intera rete stradale provinciale (483 km circa) per evitare la formazione di pericolose lastre di ghiaccio.

 

Alle scuole e alla sicurezza di studenti e insegnanti è stata dedicata una riunione stamane in Residenza comunale, dove Protezione civile, Servizio di manutenzione scuole, Assessorato all'Istruzione, Hera, Tram servizi hanno analizzato, alla luce dell'esperienza di queste ore, i punti di maggior criticità per trovare le soluzioni più efficaci specie all'ingresso e nei vialetti interni delle scuole.

 

Sacchi di sale antigelo sono stati recapitati lunedì pomeriggio in tutte le scuole pubbliche della città per favorire un intervento ancor più tempestivo in caso d'emergenza. Nella notte non si sono riscontrati particolari situazioni critiche se non qualche mezzo privato in panne in collina dovuto principalmente alla mancanza dei necessari dispositivi tecnici (catene, gomme termiche) previsti per le condizioni in essere. I conducenti sono stati prontamente soccorsi dalle squadre di tecnici provinciali, coadiuvati anche da una squadra della Protezione Civile, presenti sulle strade.

 

La Centrale operativa della polizia municipale ha segnalato particolari situazioni di pericolosità, registrando solo qualche tamponamento e dirottando, a seconda delle situazioni, le segnalazioni dei privati o verso la Protezione civile per un intervento diretto o verso i magazzini di rivendita del sale antigelo ove la situazione sia esclusivamente privata. Oltre cinquanta, solo domenica sera, gli interventi dei Vigili del Fuoco per alberi pericolanti, in particolar modo a Riccione e Cattolica. Altri sono stati effettuati lunedì.

 

Le attività di pulizia e manutenzione delle strade sono programmate anche per le prossime ore e per le prossime notti in quanto le condizioni meteorologiche prevedono, accanto a cielo sereno, un ulteriore abbassamento delle temperature, abbondantemente sotto lo zero. Si raccomanda a tutti gli automobilisti di guidare con estrema prudenza, mantenendo le distanze di sicurezza, evitando brusche accelerazioni o frenate e per chi deve percorrere strade di collina, l'utilizzo di gomme termiche, catene o dispositivi equivalenti.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -