Rimini, no al fermo pesca. L'assessore: "Correre ai ripari"

Rimini, no al fermo pesca. L'assessore: "Correre ai ripari"

Rimini, no al fermo pesca. L'assessore: "Correre ai ripari"

RIMINI - "Seguiamo con crescente sconcerto le vicende legate al settore pesca - ha commentato in neo-assessore alle Attività produttive della Provincia di Rimini, Juri Magrini -. Certamente dare certezze finanziarie ai pescatori in relazione all'attuazione del fermo-pesca avrebbe concesso una boccata d'ossigeno ad un settore economico colpito da una crisi gravissima. Ma il governo ha deciso, a quanto pare, di percorrere un'altra strada".

 

"Come emerge dall'ultimo rapporto Infocamere/Cciaa Rimini - ha proseguito Magrini -, il settore della pesca marittima è diminuito di quasi il 6% negli ultimi 5 anni, con solo una lieve crescita nel biennio 2008-2009. Una situazione che è destinata a peggiorare se non si corre al più presto ai ripari".

 

"La legislazione regionale - ha concluso Magrini - dà la possibilità alle Amministrazioni Provinciali di costituire dei ‘Tavoli blu' per confrontarsi con i principali soggetti del settore su temi che abbiano delle ricadute a livello locale. La Provincia di Rimini ha deciso, ormai da diversi anni, di usufruire di questo strumento messo a disposizione dalla legge".

 

"Sarà mia cura, quindi, convocare quanto prima una seduta del ‘Tavolo blu' provinciale per discutere, insieme alle rappresentanze di categoria, cosa la Provincia possa fare, nei limiti delle competenze impostegli dalla legge, per dare soccorso ad un settore economico che ieri, indubbiamente, ha ricevuto un nuovo, duro, colpo. Nel corso della seduta decideremo le possibili azioni da intraprendere. Fin da adesso non escludo un ampio coinvolgimento di tutte le Istituzioni presenti sul territorio".

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -