Rimini, notte di inseguimenti e speronamenti. Due arresti

Rimini, notte di inseguimenti e speronamenti. Due arresti

Rimini, notte di inseguimenti e speronamenti. Due arresti

RIMINI - Notte di inseguimenti sulle strade del riminese. I Carabinieri dell'Aliquota Radiomobile della Compagnia di Rimini, impegnati in una serie di controlli del territorio, hanno arrestato in due distinti episodi un giovane albanese di 22 anni, domiciliato a Rimini, ed un nomade italiano di 25 anni, originario di Scandiano (Reggio Emilia), domiciliato nel campo nomadi di Viserba. Entrambi saranno processati lunedì mattina per direttissima al tribunale di Rimini.

 

Il primo episodio si è verificato intorno alle 3.30 quando i militari hanno intimato l'alt ad una Opel Corsa con due persone a bordo. Il conducente della Opel prima ha finto di accostare, ma subito dopo ha schiacciato il piede sull'acceleratore, iniziando una precipitosa fuga ad alta velocità per le vie di Rimini. Dopo un inseguimento durato circa trenta minutiil conducente della Opel, nel lungomare Tintori, ha speronato la pattuglia, colpendola sulla fiancata anteriore destra.

 

Il giovane ha abbandonato la Opel in piazzale Boscovich da ove, insieme all'altro giovane trasportato, si è dileguato a piedi in direzione della spiaggia e della vicina darsena. Il 22enne è stato bloccato sulla banchina del porto ed arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato. Nella circostanza, nonostante le rischiose manovre effettuate per bloccare la Opel, i militari non riportavano alcuna lesione. La successiva perquisizione della Opel ha permesso di rinvenire e sequestrare alcuni arnesi da scasso ed un tirapugni in metallo.

 

Quasi contemporaneamente, alle ore 03:35 circa, a Santarcangelo di Romagna, in via Braschi, una Audi A4 con a bordo due persone ha forzato un posto di controllo dell'Aliquota Radiomobile, dandosi alla fuga. Durante l'inseguimento, protrattosi per circa 7 chilometri, l'Audi A4 ha speronato la pattuglia, colpendola sulla fiancata posteriore sinistra. I militari però non hanno perso il contatto con l'Audi. Il conducente ha deciso di abbandonare la vettura in via Donegallia, preferendo la fuga a piedi tra i campi insieme al giovane trasportato.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ciò nonostante, dopo un breve inseguimento, i militari hanno bloccato l'automobilista, cercando di opporsi alla cattura colpendoli con calci e pugni. Dopo averlo immobilizzato. Nella circostanza i militari hanno riportato ntrambi lievi lesioni giudicate guaribili in dieci giorni., mentre la pattuglia ha riportato lievi danni alla fiancata posteriore sinistra, al paraurti ed al parafango.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -