RIMINI - Operazione 'Primavera', il fratello minore: ''La droga era mia''

RIMINI - Operazione 'Primavera', il fratello minore: ''La droga era mia''

RIMINI – Ha tentato di scagionare il fratello e la fidanzata dalle accuse di detenzione di spaccio. Ma la versione fornita non ha convinto il gip Lorena Mussoni che ha convalidato l’arresto di Altin Kroj, del fratello Aurel e della fidanzata Erida Kryemadhi.

I tre sono stati arrestati dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Rimini al termine di una brillante operazione che ha portato al sequestro di due chili e trecento grammi di cocaina purissima che sul mercato avrebbe fruttato almeno 500mila euro.


Altin ha spiegato al giudice che la “neve” trovata in un trolley nell’appartamento di Torre Pedrera era la sua, cercando così di scagionare gli altri due indagati, e che proveniva da Milano.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -