Rimini: palpeggia 28enne alla fermata del bus, convalidato l'arresto

Rimini: palpeggia 28enne alla fermata del bus, convalidato l'arresto

Rimini: palpeggia 28enne alla fermata del bus, convalidato l'arresto

RIMINI - Il gip del tribunale di Rimini, Giacomo Gasparini, ha convalidato l'arresto di Kalid Jerosy, il marocchino arrestato domenica scorsa dai Carabinieri con l'accusa di violenza sessuale per aver aggredito e palpeggiato una ragazza di 28 anni mentre aspettava il tram in viale Principe Amedeo. L'extracomunitario ha ammesso di aver avuto la mente annebbiata dai fumi dell'alcol, respingendo l'accusa di aver voluto violentare la giovane che tra l'alto conosce di vista.

 

Il marocchino ha spiegato di abitare come la ragazza a Sant'Arcangelo e di avere preso, in alcune circostanze, l'autobus insieme. Attualmente si trova detenuto presso il carcere ‘Cassetti' di Rimini. Secondo quanto ricostruito dai Carabinieri, la 28enne stava attendendo l'arrivo del bus per tornare a casa. Improvvisamente è stata avvicinata dall'extracomunitario. Quest'ultimo è poi passato ai fatti, cominciando a palpeggiarla e a minacciarla con un tagliaunghie.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La giovane, facendo finta di cadere, si è data alla fuga in direzione della stagione ferroviaria. Il 34enne per intimorirla le ha tirato dietro una bottiglia di birra che aveva in mano. Ma sul suo cammino ha trovato due passanti che l'hanno bloccato e consegnato agli uomini dell'Arma.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -