Rimini, PdL attacca: "Spariti due ponti dal piano investimenti"

Rimini, PdL attacca: "Spariti due ponti dal piano investimenti"

RIMINI - Ponti che vanno e vengono, pedonalizzazioni a caro prezzo e a costo zero, nuovi collegamenti che spuntano. Nella seduta di commissione in Comune a Rimini, incentrata sul bilancio 2010 e sul piano triennale degli investimenti 2010-2012, e' il Pdl a scuotere la testa. Il  consigliere Pasquale Barone esordisce lamentando la scomparsa nel piano del ponte sul deviatore Marecchia e su Porto Canale: "A suo tempo erano stati stanziati tre milioni di euro complessivamente, grazie agli oneri di urbanizzazione sulla Darsena. Con la scusa del parere negativo della Soprintendenza, pero', la fumata bianca era sempre slittata".

 

Nel frattempo, prosegue il pidiellino, i costi sono lievitati: "Il ponte sul Marecchia e' schizzato a 6,7 milioni di euro. E oggi constatiamo che nel piano triennale dei due progetti non c'e' piu' traccia". Si passa al capitolo dell'ipotesi di pedonalizzazione del ponte di Tiberio che, come emerso recentemente, la Giunta sta vagliando con uno studio di fattibilita' da 23 mila euro: "Premesso che se lo si vuole davvero lo si puo' pedonalizzare subito, come alternativa proponiamo il ponte dei Mille nei pressi di via Matteotti, spostando a mare la zona del traffico. A costo zero".

 

Nel frattempo, secondo il consigliere comunale il Comune sta pensando ad altro: "Ad un nuovo collegamento tra via Tonale e via Marecchiese, di fianco alla statale 16, attraversando la zona residenziale. A bilancio ci sono 4 milioni di euro, ma e' chiaro che puo' costare molto di piu'. Serve davvero?", si chiede Barone, rammaricandosi per le cose non fatte: "Il ponte di via Coletti non e' stato rifatto, e ad oggi rimane l'unico non ricostruito in citta'. Ci si e' limitati ad una sorta di  restyling, spendendo comunque 1,2 milioni di euro", chiude l'esponente del Pdl.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -