Rimini: per il turismo del 2011 cinque assi strategici della Provincia

Rimini: per il turismo del 2011 cinque assi strategici della Provincia

Rimini: per il turismo del 2011 cinque assi strategici della Provincia

RIMINI - Ecco i cinque assi prioritari d'intervento per il piano di promozione turistica per il 2011. Il Consiglio provinciale ha deliberato i progetti strategici per disegnare il turismo del prossimo anno: in cima alle azioni c'è la qualificazione e innovazione di prodotto, la destagionalizzazione, l'internazionalizzazione, la valorizzazione dell'entroterra, il potenziamento e ottimizzazione dei grandi eventi".

 

"Va detto che il 2010 è forzatamente un anno di transizione dal punto di vista turistico- commenta l'Assessore al turismo della Provincia di Rimini, Fabio Galli-. Questo perché l'obiettivo amministrativo principale è procedere velocemente all'integrazione di un territorio che si è ampliato di sette Comuni. Tutto ciò peraltro in una fase in cui la crisi economica accentua l'incertezza da parte di tutti i comparti della filiera turistica e degli attori in campo, sia pubblici e privati. Ma proprio per questo l'anno in corso si rivela decisivo per la pianificazione degli anni successivi. Dobbiamo moltiplicare ancora di più gli sforzi nei prossimi mesi".

 

Qualificazione e innovazione di prodotto

Sostenere l'impresa nel suo percorso di miglioramento competitivo, attraverso strumenti finanziari, quali la LR 40/02, che consentano di essere concretamente vicini a quegli imprenditori che decidono di riqualificare e innovare le proprie strutture, rispetto alla quale si chiede con forza alla Regione che torni ad essere uno strumento annuale di sostegno all'impresa.

 

Destagionalizzazione

Si tratta di un obiettivo che continua ad essere presente e prioritario, fondamentale, su cui si è investito con notevoli risultati nel passato e su cui si deve continuare ad investire, con un processo d'innovazione e di diversificazione dell'offerta nella direzione del turismo d'affari, congressuale, di quello sportivo, dei grandi eventi, che ha portato la Riviera di Rimini a essere una destinazione che vive e compete 365 giorni all'anno.

 

Internazionalizzazione

La scelta su cui si è investito fortemente in questi anni è quella giusta: attivare azioni sui mercati di provenienza della domanda turistica attraverso iniziative dirette e mirate a seconda degli specifici target, senza inutili approcci generalisti, sperimentando formule innovative di sostegno alle società di incoming territoriale e ai nostri operatori privati, basate principalmente su due assunti fondamentali: aree collegate con voli verso l'aeroporto di Rimini, azione promozionale collegata all'effettiva possibilità di acquisto delle offerte commerciali. Oggi è necessario partire da un'attenta riflessione sull'effettiva efficacia delle azioni intraprese, da realizzarsi insieme ai nostri operatori quotidianamente impegnati sul campo, per far fare alla Riviera di Rimini il salto di qualità dal punto di vista della competitività sui mercati esteri: una quota estera che oscilla dal 20 al 23% (nelle stagioni migliori) non può essere ritenuta soddisfacente.

 

Per quanto concerne i mercati esteri prioritari per la programmazione 2011 occorre una necessaria selezione. Tale selezione dovrà essere fondata su considerazioni di reali opportunità commerciali, collegamenti presenti o previsti, situazioni economiche positive, opportunità di sinergie e collegamenti con altri attori, appeal nei nostri prodotti, concentrando le azioni e le risorse su pochi mercati selezionali. Una prima ipotesi di mercati prioritari, da verificare successivamente man mano che si avranno informazioni più "stabili" e definite, è la seguente: Germania/Svizzera/Austria, Gran Bretagna, Russia, Be.Ne.Lux, Polonia.

 

Valorizzazione dell'entroterra.

Il 2009 ha certamente rappresentato un anno speciale per la Provincia di Rimini: il passaggio amministrativo dei 7 Comuni dell'Alta Valmarecchia, al territorio dell'Emilia Romagna e della Provincia in particolare, ha senza dubbio costituito l'elemento principale di novità. Oggi tutto il nostro territorio si è ulteriormente e indubbiamente arricchito di un straordinaria nuova risorsa in termini di offerta storico culturale, siti naturali, eventi, produzione agroalimentare. L'occasione che ci è data da questo storico passaggio, è la possibilità di costruire, nei fatti, un prodotto turistico entroterra autonomo, vero, in grado di competere sui mercati nazionali ed esteri, un'offerta turistica integrata, che, all'insegna del nuovo brand "Malatesta Montefeltro", va da Montegridolfo a Casteldelci.

 

Potenziamento e ottimizzazione dei grandi eventi

Anche per il 2011 si conferma, in linea con le precedenti programmazioni, il sostegno agli eventi di rilievo nazionale ed internazionale della Riviera di Rimini ("La Notte Rosa", il motomondiale "Gran premio di San Marino e della Riviera di Rimini", in primis), manifestazioni che costituiscono una componente fondamentale di arricchimento e qualificazione di tutta la nostra offerta turistica, che rappresentano un'occasione e una motivazione autonoma e specifica di visita al nostro territorio, in grado di produrre indubbi e positivi effetti in termini di arrivi e presenze, di destagionalizzazione, ma che, in molti casi, costituiscono anche uno strumento per comunicare su scala nazionale ed internazionale cosa è oggi la Riviera di Rimini.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -