Rimini, per Melucci la prima "lista della spesa": fiera e rilancio turismo

Rimini, per Melucci la prima "lista della spesa": fiera e rilancio turismo

Rimini, per Melucci la prima "lista della spesa": fiera e rilancio turismo

RIMINI  - Fiera, categorie, sindacati. Tutti si aspettano molto a Rimini dal neo assessore regionale Maurizio Melucci, che dopo 11 anni nella Giunta di palazzo Garampi e' pronto per viale Aldo Moro. Con due deleghe piu' che mai pesanti per il territorio, il Turismo e il Commercio. Il presidente di Rimini Fiera, Lorenzo Cagnoni, ricorda il profilo "importante" di Melucci ed e' sicuro che l'ormai ex vice sindaco "sapra' rappresentare dignitosamente Rimini nel contesto regionale".

 

Cagnoni ricorda che "come Fiera abbiamo bisogno di un punto di riferimento per risolvere i nostri problemi", e sprona Melucci al raggiungimento di due obiettivi in particolare.  Punto primo, "bisogna proseguire al piu' presto sul grande tema dell'integrazione delle Fiere di Rimini e Bologna", dice Cagnoni. Inoltre, il numero uno dell'Expo pone la questione di un'altra integrazione: "Le due strutture congressuali di Riccione e Rimini, con quest'ultima come prima in Italia, devono raggiungere un obiettivo gestionale unitario e accantonare ogni competizione suicida", scandisce il presidente di Rimini Fiera.

 

Anche il segretario generale della Cgil, Graziano Urbinati, e' soddisfatto dell'ingresso di Melucci in

Regione. Soprattutto, delle sue deleghe: "Il Turismo e il Commercio mi paiono i settori piu' adeguati su cui intervenire per Rimini", dice. Un obiettivo su tutti per Urbinati "e' quello ribadito al nostro recente congresso provinciale: il turismo in provincia va ripensato secondo la logica etica-estetica. Le declinazioni chiave sono green economy, ambiente, valorizzazione dei diversi tipi di turismi dal balneare al congressuale", chiude il sindacalista. (Dire)

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -