Rimini, pericoli della balneazione: convegno dell'associazione 'Luca Coscioni'

Rimini, pericoli della balneazione: convegno dell'associazione 'Luca Coscioni'

RIMINI - "Una sentenza del giudice Talia nel 1995 invitava a verificare il reato di "attentato alla salute pubblica" causata dagli sversamenti in mare del nostro sistema fognario. Da allora le situazione non è cambiata. Rimane l'emergenza e il rischio salute dei bagnanti. Il problema non può essere ignorato ancora per altri 20/30 anni in attesa di separare le fognature. E' invece possibile e necessario intervenire da subito attivando tutte le iniziative necessarie per informare e tutelare la salute pubblica".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Con queste parole l'Associazione Luca Coscioni istituisce a Rimini un coordinamento di Soccorso Civile che avrà come finalità la promozione delle istanze dei cittadini bagnanti e le legittime rivendicazioni di tutela della salute. Il tema sarà al centro di un convegno pubblico martedì 22, alle ore 21,00, nella Sala del Buonarrivo, corso d'augusto 231. Parteciperanno come relatori: Marco Sergiani (sportivo di Triathlon); Ferdinando Borroni , Ass. Medici per l'Ambiente; Massimo Manduchi, Avvocato foro di Rimini; Antonio Faggioli, Ass. Medici per L'ambiente, Specialista e Libero Docente in Igiene dell'Università di Bologna;  Ivan Innocenti (Ass. Luca Coscioni) "Informazione e responsabilità, interventi necessari".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -