RIMINI - Permessi 'facili' per yacht fuori legge: scandalo in riviera

RIMINI - Permessi 'facili' per yacht fuori legge: scandalo in riviera

Quelle certificazioni venivano rilasciate con troppa leggerezza; così la Capitaneria di porto e il magistrato Luca Bertuzzi, che hanno posto sotto sequestro una serie di imbarcazioni da diporto che erano state messe in acqua senza alcuna autorizzazione reale. I permessi erano rilasciati da falsi funzionari del ministero dei Trasporti, anche in mancanza delle condizioni necessarie per il via libera alla navigazione. Coinvolte agenzie nautiche e un istituto di certificazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’impianto accusatorio messo in piedi al magistrato riminese nell’ambito della “Operazione Camaleonte” è pesantissimo. Per gli undici ispettori fasulli e per le società coinvolte, si ipotizzano i reati di costituzione, organizzazione e promozione di un’associazione a delinquere, falso in scrittura privata, falso ideologico in certificati commesso da persone esercenti un servizio di pubblica necessità (con l’ulteriore aggravio di averlo fatto a fronte di un guadagno), truffa, attentato alla sicurezza dei trasporti, inossservanza delle norme sulla sicurezza della navigazione.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -