RIMINI - Permessi 'facili' sulle barche, 14 indagati

RIMINI - Permessi 'facili' sulle barche, 14 indagati

RIMINI - Sono 14 gli indagati nell’ambito dell’operazione “Camaleonte” della Capitaneria di Porto, coordinata dal sostituto procuratore Luca Bertuzzi, che hanno posto sotto sequestro diverse imbarcazioni da diporto, messe in acqua senza alcuna autorizzazione reale. Tra gli indagati c’è anche l’amministratore dell’istituto Giordano di Bellaria, William Giorgetti, l’agente di commercio Gilberto Migani, diversi ispettori ed i titolari di tre agenzie nautiche di Rimini.


L’impianto accusatorio messo in piedi al magistrato riminese è pesantissimo. I reati contestati sono di costituzione, organizzazione e promozione di un’associazione a delinquere, falso in scrittura privata, falso ideologico in certificati commesso da persone esercenti un servizio di pubblica necessità (con l’ulteriore aggravio di averlo fatto a fronte di un guadagno), attentato alla sicurezza dei trasporti, inossservanza delle norme sulla sicurezza della navigazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sono una decina i diportisti che hanno ottenuto le certificazioni indispensabili per la navigazione, risultate poi false, sborsando fino a 600 euro. I proprietari si sono visti sequestrare le proprie imbarcazioni da diporto. Per riottenerle dovranno ottenere una nuova certificazione, il che implica una nuova spesa.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -