Rimini: perse un occhio per colpa di un litigio stradale, il giudice perdona l'aggressore

Rimini: perse un occhio per colpa di un litigio stradale, il giudice perdona l'aggressore

Rimini: perse un occhio per colpa di un litigio stradale, il giudice perdona l'aggressore

RIMINI - Ha portato via un occhio ad un riminese di 35 anni durante una lite in strada. Un giovane di 17 anni, che doveva rispondere dell'accusa di lesioni e minacce gravi, ha ottenuto il perdono giudiziale. I legali della vittima, Stefano Caroli e Guglielmo Guerra, hanno presentato ricorso in Cassazione in quanto l'udienza davanti ai giudici del tribunale dei minori si è svolta senza che l'uomo ne fosse stato informato. L'episodio in questione si è consumato a Riccione.

 

La vita del 35enne è cambiata per sempre l'11 agosto del 2008. Per colpa di un banale litigio stradale. Il giovane dalle parole è passato poi ai fatti, colpendo con un pugno il 35enne e ferendolo con le dita all'occhio sinistro. Non contento lo ha minacciato di morte: insulti che hanno interessato anche il fratello dell'uomo, che si trovava con lui in auto. Soccorso dal ‘118', il 35enne è stato ricoverato all'ospedale. Quindi ha presentato denuncia ai Carabinieri.

 

Il 17enne è stato rinviato a giudizio davanti al tribunale dei minori di Bologna. L'accusa era di lesioni e minacce gravi. Ma i giudici ha emesso una sentenza di non luogo a procedere, applicando il perdono giudiziale. E di questo il 35enne non era stato informato. Per questo motivo gli avvocati hanno presentato il ricorso in Cassazione.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -