Rimini: picchiò teste tunisino, condannato

Rimini: picchiò teste tunisino, condannato

Rimini: picchiò teste tunisino, condannato

RIMINI - Nel mese di marzo era stato condannato 4 anni dal Tribunale e ad altri 4 anni dal gup per maltrattamenti e sequestro di persona ai danni dell'ex moglie, nel 2007 a due anni per aver aggredito i poliziotti intervenuti in soccorso dell'ex coniuge. Marcello Finizio, 48enne di Taranto, è tornato in Tribunale per rispondere di un aggressione subita nel novembre del 2002 un operaio tunisino che avrebbe dovuto testimoniare in tribunale contro di lui. L'uomo è stato condannato a cinque anni di reclusione.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'extracomunitario, oggi 49enne, sarebbe dovuto comparire all'epoca dei fatti in tribunale per aver sentito che il pugliese era il presunto responsabile di un incendio in un salone d'auto di Riccione. Finizio in seguito venne scagionato. Il 48enne, secondo l'accusa, aggredì l'extracomunitario, staccandogli un dente con una cinghiata e minacciato di morte. Assolti tre amici napoletani dell'aggressore, R.C. e i fratelli F. e .D.A..

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -