RIMINI - Ponte di Torello, procedure straordinarie per una viabilità alternativa

RIMINI - Ponte di Torello, procedure straordinarie per una viabilità alternativa

RIMINI - Una task force “mista”, composta dagli amministratori delle due vallate, delle due Regioni, delle due Province e delle due Protezioni civili, è in riunione permanente per trovare le soluzioni più rapide e sicure che consentano di collegare in tutta sicurezza i territori divisi ed uniti dal ponte di Torello, confine naturale tra i territori di Rimini e di Pesaro-Urbino.


Anche lunedì mattina, il ponte su cui sono stati riscontrati gravi problemi in un pulvino, praticamente il punto più alto del pilone su cui poggia la strada, è stato presidiato dalla polizia stradale che ha disciplinato il traffico moderando la velocità. Ieri, spiegano i tecnici, si sono formate lunghe code a causa del non rispetto dei semafori. Da oggi in poi ciò non accadrà più perché ci saranno gli agenti a disciplinare il traffico.


Per risolvere i problemi di collegamento – che riguardano 20.000 persone – si realizzerà un guado e, contestualmente, si provvederà a imbragare il ponte rimandando a guado ultimato i lavori strutturali complessivi.


La Provincia di Rimini così come quella di Pesaro Urbino hanno provveduto ad attivare un presidio 24 ore su 24 delle polizie (stradale, provinciale, comunale) alle due estremità del ponte per cercare di limitare al massimo i disagi per le comunità interessate.



Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -