Rimini, Prc in pressing sul sindaco Ravaioli: congeda Buldrini

Rimini, Prc in pressing sul sindaco Ravaioli: congeda Buldrini

Rimini, Prc in pressing sul sindaco Ravaioli: congeda Buldrini

RIMINI - Quella appena iniziata sara' la settimana decisiva per il riassetto della Giunta comunale di Rimini. Il sindaco Alberto Ravaioli sta giocando due partite parallele. Anzitutto, c'e' la nomina del nuovo vicesindaco al posto del neo assessore regionale Maurizio Melucci (dimissioni formali entro sabato) e la ripartizione delle sue deleghe (Piano Strategico e Turismo, ma anche, tra le altre, Attivita' economiche e Sportello imprese) ad altri assessori.

 

In seconda battuta, e' spuntata la questione dell'assessore Prc a Risorse Umane e Immigrazione, Vittorio Buldrini, sfiduciato dal suo partito. Melucci dovrebbe consegnare formalmente le dimissioni entro sabato, in vista della seduta di insediamento, a meta' maggio, della nuova assemblea legislativa regionale: martedì si terra' la sua ultima riunione di Giunta a palazzo Garampi, con ogni probabilita' giovedi' il suo ultimo Consiglio comunale.

 

Rispetto alla sua 'pesante' eredita', i rumors danno ancora l'assessore al Piano Strutturale e Territorio, Antonio Gamberini, come il piu' indiziato al ruolo di vice del cattolico Ravaioli. Il franceschiniano del Pd, cosi', continuerebbe a concentrarsi sul solo Psc senza le interferenze della 'patata bollente' Piano strategico.

 

A Gamberini potrebbe toccare anche il Turismo, sempre che Ravaioli, che "per natura" ha sempre ribadito di non voler assumere troppe deleghe, non lo tenga per se': in ogni caso, con l'amministrazione che scade nel 2011, la gran parte del lavoro in questo campo si ritiene ormai fatto.

 

Se Gamberini puo' schivare il Piano Strategico, il maggior indiziato ad assumerlo, Ravaioli permettendo, pare l'assessore alla Sicurezza e Polizia Municipale Roberto Biagini. Il quale, con l'altro componente dalemiano di ferro, Beltrami, si gioca comunque il resto a partire dalle Attivita' economiche. Ma c'e' anche chi vede lo stesso Turismo contendibile a tutti e tre gli assessori. Qualcosa di piu' potrebbe gia' uscire dopo la Giunta di martedì pomeriggio.

 

Venendo all'affaire Buldrini, anche gli stessi vertici di Rifondazione, che la settimana scorsa davano ormai per certo l'avvicendamento con un nuovo amministratore 'giovane', ora si

 rendono conto che Ravaioli continua a nicchiare. Il sindaco scuote la testa all'idea di sostituire Buldrini (cui fra l'altro, e forse non a caso, ha affidato in questi giorni la grana sul personale dei nidi estivi) a meno di un anno dalla fine del suo secondo mandato, e ufficialmente sta prendendo tempo per valutare con il suo staff le possibili conseguenze legali di un suo congedo anzitempo.

 

Ecco che Rifondazione ha gia' preparato le carte: tra le altre, cinque fattispecie di sentenze del Consiglio di Stato che hanno bocciato alcuni ricorsi al Tar di assessori 'silurati'. E poi, sostiene il partito, "non e' certo da oggi che il sindaco conosce il nostro orientamento sul 'movimentista' Buldrini". Comunque sia, il Prc ha gia' in agenda una conferenza stampa con cui sensibilizzare pubblicamente Ravaioli: o ci ascolti, e' in sintesi il loro pensiero inviato al primo cittadino a mezzo stampa, o il nostro voto in Consiglio comunale per mano del consigliere Savio Galvani, di qui alla fine, potra' essere piu' ballerino che mai. (Dire)

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -