Rimini, presentata la 62esima Sagra Musicale Malatestiana

Rimini, presentata la 62esima Sagra Musicale Malatestiana

Rimini, presentata la 62esima Sagra Musicale Malatestiana

RIMINI - Prenderà il via il 3 agosto 2011 la 62° edizione della Sagra Musicale Malatestiana di Rimini. Dal 3 agosto al 24 settembre 2011 una delle più antiche e prestigiose rassegne musicali italiane aprirà ancora una volta le sue porte alla musica ospitando grandi orchestre sinfoniche, direttori e solisti di spicco internazionale e progetti originali dove la musica si intreccia con altre arti. Per appassionati e non, un appuntamento assolutamente da non perdere.

 

Orchestra dell'Accademia Nazionale di S. Cecilia, Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, Orchestra e Coro del Teatro Regio di Torino, Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo, Israel Philharmonic Orchestra, Antonio Pappano, Yuri Temirkanov, Zubin Mehta, Juraj Valcuha, Gianandrea Noseda, Hélène Grimaud, Evgeni Bozhanov, Cesare Picco, Francesco Libetta, Francesco Cera, Gemma Bertagnolli questi solo alcuni dei nomi prestigiosi che si alterneranno sul palcoscenico. Inoltre il debutto nel teatro musicale di Teatro Valdoca con la prima assoluta in forma scenica di "La morte di Virgilio - Chant apres chant", di Jean Barraquè per soprano, pianoforte e percussioni, con la regia di Cesare Ronconi, il ciclo BWV BACH, quattro concerti dedicati al Kantor di Lispia, un viaggio alla riscoperta del compositore riminese del XVII secolo Antonio Draghi, e un omaggio al compositore Marco Enrico Bossi nei 150 anni dalla nascita.


Come ha sottolineato il direttore della Sagra Musicale Malatestiana Giampiero Piscaglia: «62 edizioni sono un numero significativo per un festival che, nonostante le evidenti difficoltà che il settore della cultura e della musica stanno attraversando in Italia, è riuscito anche quest'anno a proporre al suo pubblico un cartellone vario e di alto livello».

È ormai divenuto un appuntamento molto atteso dal pubblico della Sagra Musicale Malatestiana BWV-BACH, ciclo di concerti di musica barocca che dal 3 al  23 agosto offrono una originale anteprima degli appuntamenti del cartellone sinfonico con  una ricca ricognizione nel catalogo delle opere del Kantor di Lipsia. Ad inaugurare la rassegna, mercoledì 3 agosto alle 21.30 presso la Corte degli Agostiniani, sarà la straordinaria presenza di Cesare Picco, pianista, improvvisatore e sperimentatore reduce dal successo internazionale del suo "Concerto al buio". Picco proporrà un inedito viaggio musicale attraverso le sonorità di clavicordo, clavicembalo e pianoforte dal titolo "BWV Spirits". Giovedì 11 agosto l'ensemble Armonia delle Sfere proporrà "Il poeta di Bach", con arie dalle Cantate sacre e dalla Passione su testi del poeta Christian Friedrich Henrici, noto con il nome di Picander, autore prediletto dal compositore. La grandiosa Arte della Fuga sarà affidata ad un'esecuzione ripartita fra archi e clavicembalo con Ensemble Aglaia (domenica 21 agosto) e infine al clavicembalista Francesco Cera il compito di concludere la rassegna (martedì 23 agosto) con l'integrale delle Suites francesi.  I concerti dell'11, 21 e 23 agosto avranno luogo al Teatro degli Atti alle 21.30.

Sarà un omaggio a Gustav Mahler, nel centenario dalla morte, ad inaugurare lunedì 5 settembre presso l'Auditorium Palacongressi di Rimini il calendario degli appuntamenti sinfonici della 62° Sagra Musicale Malatestiana. Orchestra e Coro di voci bianche del Teatro Regio di Torino, Orchestra Sinfonica della RAI, Coro del Maggio Musicale Fiorentino condotti dalla bacchetta di Gianandrea Noseda interpreteranno la monumentale Sinfonia n. 8 in mi bemolle maggiore, detta anche "Sinfonia dei Mille" per il numero degli esecutori necessari.
Domenica 11 settembre a salire sul palcoscenico dell'Auditorium sarà un direttore del carisma di Yuri Temirkanov, che saprà trascinare con raffinatezza e piglio l'Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo. Spazio agli autori russi con la Fantasia Sinfonica "Francesca da Rimini" op. 32 e la Sinfonia n. 4 in fa minore op.36 di Caijovskij, affiancate alla Rapsodia su un tema di Paganini per pianoforte e orchestra op. 43 di Rachmaninov, affidata al virtuosismo del pianista russo di origine tartara Roustem Saitkoulov, vincitore del Primo Premio al World Piano Festival di Montecarlo e di numerosi altri premi in importanti concorsi pianistici internazionali.
L'Orchestra Sinfonica della RAI torna a Rimini giovedì 15 settembre, questa volta diretta da Juray Valchua, per un altro omaggio ad un grande compositore del secolo passato. Di Richard Strauss, insieme al poema sinfonico Till Eelenspiegels lustige Streiche verrà eseguita Der Rosenkavalier, Suite tratta dalla commedia per musica in tre atti op.59 di cui proprio quest'anno ricorre il centenario dalla prima rappresentazione, avvenuta alla Semperoper di Dresda il 26 gennaio 1911. In programma anche pagine di Anton Webern e il Concerto n. 1 in mi minore per pianoforte e orchestra op.11 di Fryederik Chopin affidato all'interpretazione del ventisettenne bulgaro Evgeni Bozhanov, secondo classificato al Queen Elisabeth Piano Competition 2010 e vincitore nel 2008 del prestigioso Concorso Casagrande di Terni.
Un terzetto di star sbarca a Rimini per il penultimo degli appuntamenti sinfonici, domenica 18 settembre: Antonio Pappano, uno dei direttori più noti e apprezzati in tutto il mondo, l'Orchestra Nazionale di Santa Cecilia, di cui Pappano è direttore musicale, e la  poetessa francese del pianoforte Hélène Grimaud, per un programma dedicato a Johannes Brahms,  Concerto per pianoforte n. 1, e Nikolaj Andreevic Rimski-Korsakov, Shéhérazade.
La cornice sinfonica della Sagra Musicale Malatestiana si conclude sabato 24 settembre con l'atteso arrivo di Zubin Mehta, che alla testa della sua Israel Philarmonic Orchestra omaggerà i due grandi centenari del 2011: Gustav Mahler, con la Sinfonia n. 5, e Franz Liszt, con il Poema sinfonico op. 97 Les préludes.

Come da tradizione ormai consolidata la Sagra Musicale Malatestiana prosegue l'originale percorso d'incontro tra teatro e musica iniziato nel 2005 con la messa in scena del ciclo di lieder il Diario di uno scomparso di Janacek, e continuato con le prime rappresentazioni sceniche de La Bellezza ravveduta di Handel, dell'oratorio Water Passion del cinese Tan Dun, dei Kafka Fragmente di Kurtag e de Il Canto d'amore e morte dell'alfiere Christoph Rilke nelle due versioni musicali di Viktor Ulmann e Frank Martin. Nella cornice suggestiva offerta dai cantieri del Complesso degli Agostiniani il Teatro Valdoca farà il suo  debutto nel teatro musicale il 2 - 3 - 4 settembre con la prima esecuzione assoluta in forma scenica di "La morte di Virgilio - Chant après chant", di Jean Barraquè. Composta nel 1966 dal musicista francese per un organico molto originale -  sei percussionisti, voce di soprano e pianoforte - la partitura sarà affidata alla creazione drammaturgica di Cesare Ronconi che firma regia, scene, costumi e luci. Prodotto dalla Sagra Musicale Malatestiana in collaborazione con l'affermato gruppo teatrale, l'evento conterà sul pianista Francesco Libetta, anche direttore dell'ensemble impegnato nell'esecuzione della complessa e avvincente partitura musicale.

Continua anche quest'anno il progetto che la Sagra Musicale Malatestiana dedica alla riscoperta di musicisti riminesi, iniziato nel 2008 con Angelo Berardi e proseguito nel 2009 e nel 2010 con Antonio Draghi. Il concerto dell'ensemble Seicentonovecento diretto da Flavio Colusso (martedì 20 settembre, Chiesa del Suffragio di Rimini)  vedrà ancora una nuova esecuzione in prima assoluta in tempi moderni di Antonio Draghi: Giuditta, oratorio Seicentesco su libretto di anonimo del 1668. Il concerto avrà per protagonista il soprano Gemma Bertagnolli, una delle migliori interpreti italiane del repertorio barocco.

Marco Enrico Bossi (1861-1925) fu una delle personalità di spicco nel panorama musicale non solo italiano ma non solo a cavallo tra XIX e XX secolo. Prima di imbarcarsi per una tournée negli Stati Uniti nel febbraio 1925, viaggio durante il quale fu sfortunatamente colto da un malore che ne causò la morte, Bossi suonò l'organo che ancora oggi è conservato nella Chiesa dei Servi a Rimini. A ricordarne la figura in occasione del 150° anniversario dalla nascita sarà, mercoledì 17 agosto ore 21.30 alla Chiesa dei Servi, l'organista bolognese Andrea Macinanti che eseguirà sullo stesso organo suonato dal compositore  i suoi Korzertstück in do minore op. 130 e i Cinque pezzi in stile libero op. 132

A completare la programmazione del Festival, le due rassegne "Percuotere la Mente" alla Corte degli Agostiniani nel mese di luglio e "I Concerti della Domenica" nelle domeniche di novembre.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -